Exemple

Ritorna dopo 36 anni in mostra a Firenze il Codice Leicester di Leonardo, di proprietà di Bill Gates, l’unico dei codici leonardeschi ad appartenere ad un privato,  che inaugura nell’Aula Magliabechiana degli Uffizi, le celebrazioni 2019 per i 500 anni dalla morte dell’artista.

36 fogli fittissimi di appunti, numeri, schizzi e disegni straordinari stesi su 72 pagine per illustrare a tutti, grazie a tecnologie sofisticatissime come il Codescope (che permette di sfogliare i fogli su schermi digitali accedendo alla trascrizione e traduzione dei testi), l’immaginifico e inarrivabile universo leonardesco. Continua a leggere Torna a Firenze il Codice Leicester, in mostra agli Uffizi fino al 20 gennaio 2019

Exemple

Nei primi dieci mesi del 2018, secondo i dati resi noti dal Comune di Firenze, in città i matrimoni sono aumentati del 17,4%, segno che c’è ancora tanta voglia di fiori d’arancio fra i fiorentini. Torna quindi a pieno diritto in città da mercoledì 31 ottobre a domenica 4 novembre la 26° edizione di Tutto Sposi, la mostra che alla Fortezza da Basso riunisce tutti i principali operatori del settore: oltre 100 espositori fra atelier di vestiti, agenzie di viaggio, fioristi, fotografi, gioiellerie, catering e ricevimenti, pasticcerie, ristoranti, agriturismi, noleggio auto, tipografie, wedding planner, agenzie musicali, wedding food truck, wedding handmade complements, mobilieri, arredamento e complementi d’arredo.

“Come ogni anno Tutto Sposi offre una panoramica completa del mondo del wedding, anticipando le nuove tendenze e facendo incontrare gli operatori del settore per creare nuovo business”, commentano gli organizzatori, Laora Macaj e Roberto Giustini. “Il programma di questa 26° edizione si arricchisce di nuove iniziative che aprono le porte ai giovani stilisti e che rilanciano la Toscana come location ideale per nozze d’oro”.

Da giovedì a domenica sfileranno gli abiti da sposa dei più qualificati atelier con le nuove collezioni 2019. In campo venerdì 2 novembre anche le creazioni dei giovani stilisti che sono stati chiamati a disegnare il loro abito seguendo il tema di quest’anno: “Le nozze di rosa”. Spazio anche al b2b (in calendario mercoledì e giovedì) con l’incontro  fra gli espositori e 20 wedding planner internazionali che operano con l’talia e la Toscana come destination wedding.

 

Exemple

Come in una casa: tieni solo quello che ti serve e fai pulizia del passato, della memoria, del destino”. Prosegue fino al 20 gennaio 2019 nelle sale di Palazzo Strozzi  Marina Abramovic – The cleaner, la prima grande mostra retrospettiva italiana dedicata alla carismatica artista serba, una delle personalità più celebri e controverse dell’arte contemporanea, icona dell’arte performativa, che con le sue opere ha rivoluzionato l’idea di performance mettendo alla prova il proprio corpo, i suoi limiti e le sue potenzialità di espressione. Per la prima volta una donna diventa protagonista assoluta di una mostra a Palazzo Strozzi utilizzando il palazzo rinascimentale come luogo espositivo unitario (Piano Nobile, Strozzina e cortile) ricco di sollecitazioni, riflessioni e sperimentazioni emozionanti per il pubblico. Continua a leggere Marina Abramovic superstar a Palazzo Strozzi fino al 20 gennaio 2019

Exemple

Sono più di 1.000 gli Odontoiatri, Igienisti Dentali e Studenti del CLID e del CLMPD iscritti al Corso di aggiornamento  sulla salute parodontale e terapia restaurativa in corso al Palazzo dei Congressi e al Palazzo degli Affari dal 26 al 27 ottobre. L’evento è organizzato dalla Società Italiana di Parodontologia e Implantologia  in collaborazione con l’Accademia Italiana di Odontoiatria Conservativa e Restaurativa.

“Si tratta di un evento culturale che grazie ai contenuti scientifici e clinici intrinseci di SIdP, AIC e AIOP, non potrà che essere di grande livello formativo”, dichiarano gli organizzatori. “Siamo certi che queste tre grandi Società Scientifiche svilupperanno un confronto in grado di fornire la migliore risposta possibile ai tanti nostri dubbi clinici sull’argomento. Ogni sessione comprenderà molta interazione con la formulazione di specifiche domande anche durante le presentazioni, per concludersi con una discussione interattiva che ci coinvolgerà e, siamo certi, ci appassionerà”.

Fra i vari temi al vaglio, “Gli elementi chiave del piano di trattamento perio-restaurativo”,  “La salute paradontale e terapia conservativa”, “Il parodonto e la terapia protesica”.

Exemple

Dal 25 al 28 ottobre va in scena alla Fortezza da Basso l’11° edizione di Florence Creativity,  la fiera della creatività e del fatto a mano che si rivolge a tutti coloro che amano creare, osservare, imparare e a chi vuole trascorrere piacevolmente un po’ del proprio tempo fra colori e bijoux, tessuti, filati, nastri, lane, ricamo e uncinetto e mille altre idee per realizzare pezzi unici e tanti regali personalizzati.

Una grande vetrina dove trovare ed acquistare i materiali più ricercati e innovativi (tessuti, filati, cucito creativo, bijoux, patchwork, ricamo e molto altro)  e dove apprendere nuove tecniche grazie anche al ricco calendario di corsi e dimostrazioni che saranno tenuti dagli stessi espositori. Grazie alla collaborazione e condivisione dei protagonisti del settore, le numerose visitatrici potranno apprendere, approfondire e in molti casi riscoprire la manualità e la propria creatività all’insegna della fantasia.

E si tratterà ancora una volta di un evento dinamico in cui le conoscenze e le esperienze dei professionisti verranno messe a disposizione di tutti, in uno spazio espositivo in grado di catturare la curiosità dei numerosissimi fan e appassionati della creatività e del divertimento.

Exemple

Si è chiusa alla Fortezza da Basso con un incremento del 23% dei biglietti venduti la seconda edizione di DIDACTA ITALIA. La fiera sulla formazione e sull’istruzione ha registrato 23.794 partecipanti ai 474 workshop, seminari ed eventi, metà dei quali sold out. Con oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione, più di 200 espositori italiani ed esteri, 130 giornalisti accreditati, la mostra si è confermata luogo di riferimento su scala nazionale per il lancio di nuove proposte per la scuola del futuro.

Un bilancio più che positivo anche on line. Gli accessi al sito di Didacta (+41% di visualizzazioni) dimostrano che la manifestazione ha suscitato interesse in tutta Italia (+ 108% da Milano, +100% da Bologna, + 30% da Roma). Sui social la copertura dei post sui principali account (Didacta e Indire) ha raggiunto oltre 100.000 persone (+23%), con interazioni cresciute del 40%.

“Per tre giorni la Fortezza da Basso si è trasformata in un grande e stimolante CAMPUS dove ciascuno ha fatto la sua parte (istituzioni, aziende e relatori) per la crescita ed il successo di questa seconda edizione”, ha dichiarato Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera. “La Fortezza dell’alta moda, dell’artigianato d’eccellenza, dei congressi internazionali è diventata la sede privilegiata in Italia per la scuola e la formazione. I numeri di chiusura – conclude Bassilichi – ci danno forza e credito per iniziare a lavorare da subito con tutti i nostri partner istituzionali e operatori di settore per la prossima edizione, che si svolgerà dal 10 al 12 ottobre 2019”.I

Didacta Italia– ha dichiarato Cristina Grieco, assessora all’istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana – rappresentava una sfida già l’anno scorso e avevamo già espresso una grande soddisfazione per gli esiti della prima edizione”. Quest’anno possiamo dire che questo evento non solo si è consolidato in numeri, partecipazione e qualità delle proposte – ha proseguito la Grieco – ma è anche diventato un appuntamento fisso importante di cui evidentemente se ne avvertiva la necessità. Un appuntamento per parlare di innovazione, didattica, educazione, formazione e di percorsi che avvicinano al mondo del lavoro. Quando si parla di educazione e di lavoro si parla di futuro. L’innovazione è necessaria per come il mondo del lavoro sta cambiando in modo sempre più veloce e quindi bisogna partire dalla scuola. Noi ci siamo in Toscana, a Firenze con un’azione importantissima e siamo sicuri che il successo di quest’anno sarà confermato ed amplificato anche in futuro”.

Didacta Italia è la rappresentazione plastica del motore che è la scuola nelle politiche di un paese, il commento della vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi. “Metterlo al centro, farla vivere negli interessi, nella quotidianità dei cittadini e delle cittadine significa realizzare una società fondata sulla conoscenza, sul sapere e sulla loro trasmissione”. “Questo – conclude la Giachi – è il nostro obiettivo, Didacta lo rappresenta e ci aiuta a perseguirlo”.

“Didacta 2018 si conclude con un bilancio assolutamente positivo – dichiara Giovanni Biondi, presidente di Indire – che conferma l’ottimo lavoro di squadra fatto insieme agli altri organizzatori. Il successo di una manifestazione come questa passa necessariamente dalla qualità degli interventi proposti. Lo dimostra il tutto esaurito registrato alle oltre 190 iniziative realizzate dal nostro Istituto. Eventi che hanno offerto l’opportunità ai docenti di partecipare attivamente e di sperimentare metodologie e approcci innovativi su diversi fronti della didattica”.

 

Exemple

Da giovedì 18 a sabato 20 ottobre la Fortezza da Basso ospita la seconda edizione di Fiera Didacta Italia, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia. Quest’anno la manifestazione sarà dedicata alla ‘signora delle stelle’ Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina scomparsa a Trieste il 29 giugno 2013. È stata la prima donna in Italia a dirigere un osservatorio astronomico e una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, che ha dato un importante contributo nella ricerca e nella divulgazione scientifica.

Si parte mercoledì 17 ottobre alle ore 18,30 al Teatro della Compagnia di via Cavour 50/r con il Concerto inaugurale a cura dell’Orchestra Erasmus, diretta dal maestro Elio Orciuolo. L’orchestra, nata nel 2017 in occasione dei 30 anni del Programma Erasmus, su iniziativa dell’Agenzia Nazionale Erasmus + Indire con l’obiettivo di promuovere i valori della Generazione Erasmus e dell’Europa, è formata da 50 giovani musicisti provenienti dai Conservatori e Istituti superiori di studi musicali da tutta Italia.

Nella giornata di apertura, giovedì 18 ottobre, è prevista la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che visiterà la Fiera e seguirà le attività svolte dagli studenti presso lo spazio espositivo del Miur al padiglione Cavaniglia dove si svolgeranno, all’interno di uno spazio interattivo, 50 fra workshop, seminari e master class a cura delle Direzioni Generali del Ministero su alcuni temi guida quali le eccellenze della scuola italiana, l’innovazione digitale e le buone pratiche didattiche.

La cerimonia inaugurale della mostra avrà inizio in Fortezza alle ore 9,30 nella Main Hall allestita al Teatrino Lorenese alla presenza del Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Salvatore Giuliano, e delle autorità locali.

Durante la tre giorni fiorentina si terranno numerosi convegni, sul Programma Erasmus+, eTwinning, sulle Avanguardie Educative, sulle Piccole Scuole e sugli Istituti Tecnici Superiori. Saranno inoltre presenti anche ricercatori delle Università di Harvard e di Princeton, con le quali l’Indire ha avviato una collaborazione scientifica in tema di innovazione didattica.

La manifestazione, inserita dal Miur fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, propone un programma scientifico organizzato da Indire, partner scientifico della Fiera e capofila del Comitato scientifico formato da Cnr, Istituto degli Innocenti, CRUI, Associazione Italiana Editori e Reggio Children.

Dopo il successo della prima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 20.000 visitatori e 4.000 docenti, la Fiera quest’anno è ancora più grande: oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, 200 espositori italiani ed esteri e 6.000 docenti già iscritti al programma scientifico; 474 eventi: 227 gestiti da Indire e 247 attività a cura di enti e aziende, con un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione.

È prevista, infine, la partecipazione anche di personalità del mondo della cultura, come il famoso paroliere Mogol, il sociologo, psicanalista e professore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Umberto Galimberti, il filologo e membro onorario dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini.

Fiera Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con MIUR, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) e di Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

 

 

 

Ufficio Stampa: Fiamma Domestici (Firenze Fiera) tel. 055/4972243 /cell.334 1446710

               Patrizia Centi (Indire) tel. 055/2380632/ cell.338 2502237

 

 

Exemple

 Dal 18 al 20 ottobre 2018 alla Fortezza da Basso si svolgerà la seconda edizione di Fiera Didacta Italia, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

Quest’anno la manifestazione sarà dedicata alla ‘signora delle stelle’ Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina scomparsa a Trieste il 29 giugno 2013. È stata la prima donna in Italia a dirigere un osservatorio astronomico e una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, che ha dato un importante contributo nella ricerca e nella divulgazione scientifica.

L’apertura della Fiera sarà preceduta dal Concerto inaugurale del 17 ottobre, alle ore 18,30 (Teatro della Compagnia, via Cavour 50/r), a cura dell’Orchestra Erasmus, diretta dal maestro Elio Orciuolo. L’orchestra è formata da 50 giovani musicisti provenienti dai Conservatori e Istituti superiori di studi musicali da tutta Italia.

Nella giornata di apertura, giovedì 18 ottobre, è prevista la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che visiterà la Fiera e seguirà le attività svolte dagli studenti presso lo spazio espositivo del Miur dove, in questa edizione della Fiera, si svolgeranno 50 fra workshop, seminari e momenti di formazione dedicati al personale della scuola.

La cerimonia inaugurale della mostra avrà inizio alle ore 9,30 nella Main Hall (Teatro Lorenese nella Fortezza da Basso), alla presenza del Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Salvatore Giuliano, e delle autorità locali.

Durante la tre giorni fiorentina si terranno numerosi convegni, sul Programma Erasmus+, eTwinning, sulle Avanguardie Educative, sulle Piccole Scuole e sugli Istituti Tecnici Superiori. Saranno inoltre presenti anche ricercatori delle Università di Harvard e di Princeton, con le quali l’Indire ha avviato una collaborazione scientifica in tema di innovazione didattica.

La manifestazione, inserita dal Miur fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, propone un programma scientifico organizzato da Indire, partner scientifico della Fiera e capofila del Comitato scientifico formato da Cnr, Istituto degli Innocenti, CRUI, Associazione Italiana Editori e Reggio Children.

Dopo il successo della prima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 20.000 visitatori e 4.000 docenti, la Fiera quest’anno è ancora più grande: oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, 200 espositori italiani ed esteri e 6.000 docenti già iscritti al programma scientifico; 474 eventi: 227 gestiti da Indire e 247 attività a cura di enti e aziende, con un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione.

È prevista, infine, la partecipazione anche di personalità del mondo della cultura, come il famoso paroliere Mogol, il sociologo, psicanalista e professore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Umberto Galimberti, il filologo e membro onorario dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini.

Fiera Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con MIUR, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) e di Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

 Info: http://fieradidacta.indire.it/

Exemple

Grande successo del Florence Ambassador Award 2018, che si è svolto mercoledì 10 ottobre nel Salone de’Cinquecento in Palazzo Vecchio, promosso dall’Assessorato allo Sviluppo economico, turismo, fiere e congressi del  Comune di Firenze in collaborazione con Firenze Convention Bureau e Firenze Fiera.

Un riconoscimento agli ambasciatori di Firenze in Italia e all’estero, a quelle persone del mondo accademico e professionale che con il loro impegno ed amore per Firenze hanno portato in città e nel nostro quartiere fieristico-congressuale eventi dal forte impatto economico e culturale. Fra i premiati Felice Petraglia, presidente del Congresso SEUD 2018 (Society of Endometriosis and Uterine Disorders), Sandro Sorbi, socio fondatore SINdem (Associazione Autonoma Aderente alla SIN per le Demenze), Franco Bambi e Massimo Dominici (International Society Gene & Cell Therapy ISCT Europe 2018), Giuseppe Fiorentino, presidente SIDO (Società Italiana di Ortodonzia), Moshe Hod, presidente DIP2019 e Giorgio Mello, membro onorario locale DIP  2019 (10th International DIP Symposium on Diabetes, Hypertension, Metabolic Syndrome & Pregnancy 2019), Paolo Martelletti, presidente EHF (European Headache Federation)  e Elena Amodei (fondatrice e direttrice del Salone dell’Arte e del Restauro di Firenze).

“I rappresentanti del mondo accademico e corporate premiati oggi sono gli ambasciatori nel mondo dell’unicità di Firenze e del nostro quartiere fieristico-congressuale e, al nostro fianco, svolgono un ruolo determinante per il futuro e la svolta epocale della nostra società”, il commento di Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.

Exemple

E’ stato presentato stamani (10 ottobre) all’ Auditorium Vasari presso la Galleria degli Uffizi, dal direttore del museo, Eike Schmidt, dal presidente della Camera di Commercio di Firenze, Leonardo Bassilichi, dal responsabile dell’Ufficio scolastico regionale Roberto Curtolo, dal presidente di Confartigianato, Alessandro Vittorio Sorani e da Tamara Ermini, vicepresidente  di CNA , il primo progetto di alternanza scuola lavoro che unisce il più importante museo italiano con il sistema delle imprese fiorentine dell’artigianato artistico.

“L’idea è partita dal Dipartimento Scuola Giovani delle Gallerie degli Uffizi, diretto da Silvia Mascalchi – dichiara Eike Schmidt – L’artigianato non è una forma minore di conoscenza, e l’apprendimento delle tecniche metterà gli studenti in condizione di apprezzare e riconoscere l’arte che li circonda in città e nei musei”.

“Il lavoro più bello e nobile è con le mani, avere la possibilità di farlo sperimentare ai ragazzi che frequentano le scuole superiori e collegarlo a ciò che si faceva nelle botteghe 500 anni fa è un’opportunità straordinaria. Ci fa ben sperare sul fatto che tante professioni, per troppo tempo snobbate, stiano tornando al centro degli interessi di una generazione, proprio come è stato con gli artisti del Rinascimento”, il commento di Leonardo Bassilichi, che rivolto agli studenti presenti in sala aggiunge:  “Il progetto che abbiamo messo in campo ha una duplicie finalità:  a sostegno dell’occupazione giovanile e come incentivo per il difficile passaggio generazionale nel mondo artigiano, strategico a Firenze, città per antonomasia dell’artigianato artistico.”

“La perfetta sinergia con gli Uffizi e le altre realtà coinvolte nel nostro progetto – conclude Bassilichi – è la prova che anche a Firenze si può fare sistema, lavorando tutti insieme per il futuro dei giovani, come già stiamo facendo per Didacta Italia, la prima mostra sulla scuola in Italia che si inaugura alla Fortezza da Basso giovedì prossimo e per la Mostra Internazionale dell’Artigianato 2019, che sarà completamente rinnovata nella sua veste e contenuti e rappresenterà il luogo per eccellenza dove gli artigiani si racconteranno, incontrando nuovi consumatori e aprendosi a nuovi mercati”.