Exemple

Dopo la mostra dedicata a Marina Abramovich, Palazzo Strozzi celebra Andrea di Francesco Cioni detto il Verrocchio. Un tributo dovuto ad un grande artista, maestro di Leonardo e icona della Firenze laurenziana, un evento culturale di assoluto rilievo nel panorama delle celebrazioni leonardiane a 500 anni dalla morte del genio da Vinci, avvenuta ad Amboise poco dopo essere stato insignito del titolo di “primo pittore, architetto e ingegnere” da parte di Francesco I, re di Francia. Continua a leggere La riscoperta del Verrocchio, maestro di Leonardo, a Palazzo Strozzi fino al 14 luglio 2019

Exemple
Dopo il successo delle edizioni precedenti, con un format più ricco ed articolato, dal 27 al 30 marzo alla Fortezza da Basso va in scena la 4° edizione della Mostra Elettrotecnica MEF, uno dei più importanti eventi espositivi di settore su scala nazionale.
La manifestazione è promossa e organizzata da MEF, azienda leader nel settore della distribuzione di materiale elettrico. Per quattro giorni consecutivi i maggiori produttori nazionali e internazionali di impiantistica elettrica, illuminotecnica, termoidraulica e le più qualificate ditte per soluzioni di risparmio energetico esporranno le loro nuove proposte e prodotti ad un pubblico  di addetti ai lavori (installatori, progettisti, architetti, ecc.).
Sabato 30 marzo la mostra è aperta anche ai privati e utenti finali.
Exemple

Si intitola ‘Guerrieri, cavalli e cavalieri’ la mostra di Paolo Staccioli in corso fino al 23 aprile a Siena. Una cinquantina fra ceramiche e bronzi sono esposti nei locali dei Magazzini del Sale, lungo un tracciato che si snoda nei sotterranei appartati del Palazzo Pubblico di Siena. Qui ogni opera trova la sua più appropriata collocazione a partire dal monumentale bronzo alto più di due metri con un genietto alato che cavalca stretto al collo del suo destriero nel cortile del palazzo, dando il benvenuto ai visitatori. Continua a leggere Paolo Staccioli in mostra al Palazzo Pubblico di Siena fino al 23 aprile

Exemple

Dopo il successo della prima edizione torna a grande richiesta alla Fortezza da Basso Firenze Bio, la manifestazione dedicata al mondo del biologico e del biodinamico (ingresso libero con orario: 10 – 19).

Quasi 200 gli espositori, in gran parte toscani ma con rappresentanze da tutta Italia, un evento in crescita grazie ad un lavoro di équipe che ha dato il via ad una comunità, fatta di produttori, associazioni e istituzioni uniti con lo scopo di valorizzare il lavoro di chi produce nel rispetto dell’ambiente e della salute. Oltre 40 gli incontri promossi tra cui spicca il convegno di apertura della Regione Toscana, “Tutela e valorizzazione dell’agrobiodiversità in Toscana”. Ricco il programma dell’area cooking di Gola Giocanda. Fra le novità di questa seconda edizione, le degustazioni sensoriali in collaborazione con Wine Lovers Academy.

A guidare i visitatori all’interno del padiglione Spadolini, l’app di Firenze Bio, disponibile per dispositivi Android e iOS, comunicherà in tempo reale con i beacon. In questo modo l’evento fisico si aprirà al mondo digitale per dare vita a un’esperienza coinvolgente e interattiva, creata su misura del visitatore.

 

Exemple

Sono più di 800 i delegati partecipanti alla 5° edizione di CORA , il Congresso Internazionale sulle controversie in reumatologia e autoimmunità che ritorna a Firenze dal 2011, anno della sua prima edizione. L’evento rappresenta un appuntamento importante per un aggiornamento a 360 °nel campo della reumatologia e dell’autoimmunità.

CORA 2019 si articola con sessioni sintetiche di dibattito, conferenze scientifiche, abstract, spazi sponsorizzati e un nuovo tipo di sessione, la “Corridor Consult”  nella quale i maggiori esperti discuteranno dei casi clinici difficili. Verranno presentate le ultime ricerche sulla diagnosi clinica, la gestione e la patogenesi dei disturbi reumatici e autoimmuni. Un ricco programma scientifico coprirà molte questioni  sull’argomento.

 

 

 

 

Exemple

Tutto è pronto per la Winter Edition della Festa dell’Unicorno che dal 15 al 17 marzo porterà in Fortezza il mondo variopinto di elfi, orchi e creature fantastiche. “Una bella occasione per tutti i curiosi e appassionati del genere fantasy che si ritroveranno a Firenze negli spazi della Fortezza da Basso per un’edizione speciale della manifestazione. Un evento che va nella direzione percorsa dall’amministrazione per la destagionalizzazione dei flussi e la promozione di un turismo anche fuori dai soliti circuiti”, dichiara Cecilia del Re, assessora allo Sviluppo Economico, turismo e fiere del Comune di Firenze.”Sarà un festival con tantissimi spettacoli ed animazioni per un pubblico di tutte le età con famiglie e giovani provenienti da tutta Italia” il commento degli organizzatori.

Nei quartieri monumentali il pubblico potrà trovare un’area completamente dedicata al Signore degli Anelli, al Trono di Spade, D& D e al gioco di ruolo dal vivo. Ci sarà anche uno spazio per gli appassionati di Star Wars, l’area Lego, l’area horror (consigliata solo ai più coraggiosi!)  e uno spazio dedicato a The Walking Dead. Comics e cosplay troveranno invece spazio nel Padiglione delle Ghiaie e alla Palazzina Lorenese.

Un’edizione speciale della Festa dell’Unicorno con un cartellone ricco di iniziative che per tre giorni  trasformerà Firenze nella capitale italiana della creatività e dei colori dell’affascinante ‘pianeta’ fantasy.

Exemple
350 partecipanti sono attesi al Palazzo dei Congressi dal 7 al 9 marzo per il XIV° Congresso Nazionale SINdem l’appuntamento annuale della Società Italiana autonoma per le Demenze afferente alla SIN per l’aggiornamento delle tematiche scientifiche ed assistenziali legate alle demenze.
Il Congresso vuole essere un appuntamento annuale fondamentale per  fare il punto, dopo anni di esperienza e di ricerca clinica e di laboratorio, su molti temi che caratterizzano la complessità inerente i processi neurodegenerativi. La discussione verterà non solo  sulle evidenze scientifiche ma anche sulle controversie  del mondo clinico e scientifico, relative alle basi biologiche, alla diagnosi e terapia, ai profili neuro-cognitivi delle malattie neurodegenerative.
Studiosi italiani di fama internazionale presenteranno le varie problematiche dandone letture personalizzate alla luce delle evidenze scientifiche. Le letture saranno affiancate da presentazioni di lavori orioginali e da relazioni che sono e saranno all’ordine del giorno in un prossimo futuro. Il congresso sarà anche un’occasione per ricercatori clinici e di base per trovare un adeguato luogo di discussione dei risultati della ricerca scientifica sulle malattie neurodegenerative ed in particolare sulle demenze. L’evento infine offrirà l’opportunità di stimolare nuove e vecchie sinergie fra tutte le inziative di attività scientifica del nostro paese.