Exemple

“Galleggiare in un fondo d’oceano d’ARIA” a Palazzo Strozzi con Tomàs Saraceno

Dall’uomo al centro dell’universo dell’Umanesimo fiorentino all’uomo come parte di un tutto armonico senza più lacci, gerarchie, visioni piramidali, confini geografici e sociali. Dall’ Antropocene all’Aerocene per una nuova era geologica nel quale l’uomo contemporaneo entra in connessione profonda ed inedita con elementi inusuali quali ragni e ragnatele assunte a vere e proprie opere d’arte. E’ quello che propone a Palazzo Strozzi dal 22 febbraio al 19 luglio 2020 l’artista argentino Tomàs Saraceno, classe 1973, uno dei più poliedrici e visionari artisti contemporanei, che con la personale Aria, a cura di Arturo Galansino, cattura e emoziona il visitatore mixando arte, scienze naturali e sociali ed offrendo a ciascuno l’opportunità di entrare in contatto con le altre creature in un modo del tutto nuovo e originale.

L’artista schiude mondi utopici e al tempo stesso reali invitandoci ad allargare i nostri orizzonti, perdendo per un attimo i nostri abituali punti di riferimento fisici e mentali e lasciandoci conquistare dalle sue spettacolari installazioni. A partire dalla Costellazione termodinamica, allestita nel cortile del palazzo: tre grandi palloni aerosolari sospesi che ci riconducono alle sperimentazioni dell’artista argentino con mongolfiere capaci di volare grazie alla sola energia solare. Così in alcune sale al primo piano del palazzo Saraceno ci guida al buio ad entrare  senza più le nostre consuete certezze fisiche e visive, nella ‘rete’ emotiva e onirica delle vibrazioni emesse dal vento e propagate dai fili di seta delle tele di monumentali ragnatele, veri e propri capolavori d’arte. Perché da questa profonda crisi ambientale riusciremo a salvarci – ci racconta l’artista – solo se ci prepariamo ad entrare in una nuova era di armonia cosmica dove tutto sarà ribaltato a vantaggio  di una nuova ecologia comportamentale. La domanda di Saraceno è “Sono i ragni a vivere a casa nostra , o noi a vivere a casa loro?”

ARIA di Tomàs Saraceno è accompagnata da un ricco programma di eventi e attività in collaborazione con Aerocene Fondation, come gli Aerocene Flights, che si terranno presso la Manifattura Tabacchi e Museo Aero Solar, sviluppato con la partecipazione dello IED e Publiacqua, spettacolari performance di elementi volanti alimentati dall’aria e dall’energia solare e non dai combustibili fossili.

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e dallo Studio Tomàs Saraceno, con il sostegno di Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze e Fondazione CR Firenze. Con il supporto di Terna e in collaborazione con Manifattura Tabacchi e la partecipazione dell’Istituto Europeo di Design (IED).

(Fiamma Domestici)