Exemple

Al via la raccolta differenziata dei rifiuti alla Fortezza da Basso con Pitti Uomo n.91

Tags:

Aumentare considerevolmente la quantità di rifiuti avviati a riciclo e rendere il polo fieristico-congressuale fiorentino un polo ecosostenibile: questi gli obiettivi perseguiti dall’Amministrazione comunale di Firenze e presentati nel corso di una conferenza stampa svoltasi stamani (13 gennaio) alla Fortezza da Basso insieme a Firenze Fiera, Pitti Immagine e Quadrifoglio. L’obiettivo in questo periodo iniziale è traguardare e superare il 40% di raccolta differenziata – e conseguente avvio al riciclo – dei rifiuti urbani e assimilati prodotti in occasione degli eventi che si tengono alla Fortezza da Basso di Firenze e presso il Palazzo dei Congressi e il Palazzo degli Affari. Carta e cartone, imballaggi in vetro-platica-metallo-tetrapak e frazione organica da ristorazione: questi i rifiuti differenziati a cui si aggiungono, viste le caratteristiche del polo espositivo, gli imballaggi in legno (pancali, casse di legno) e gli imballaggi in plastica costituiti da film in polietilene, teli PVC, ecc..

«Un passo importante per aumentare la raccolta differenziata in città per raggiungere la percentuale del 70% che ci siamo dati come programma di governo – ha detto l’assessore Bettini – ma puntiamo anche a fornire un buon esempio e un modello di riferimento per le prossime esposizioni e per i futuri grandi eventi che si svolgeranno alla Fortezza».

«Cercare di avviare a riciclo il massimo quantitativo di rifiuti – ha dichiarato Livio Giannotti , Direttore generale di Quadrifoglio – è fondamentale anche in quei luoghi ad alta frequentazione e visibilità come la Fortezza da Basso. Quadrifoglio,  in questo caso grazie alla collaborazione con Firenze Fiera,  è impegnata ad uniformare i sistemi di raccolta ovunque, dando la possibilità di separare i rifiuti in maniera  consolidata , sia che ci si trovi a casa propria,  sia che si stia visitando un’esposizione, partecipando ad un  congresso o visitando una mostra».

“Siamo felici di partecipare a questo importante progetto di raccolta differenziata alla Fortezza da Basso – dice Raffaello Napoleone, ad di Pitti Immagine – il fatto di riuscire a realizzarla in occasione di Pitti Uomo, con la sua complessità di spazi occupati, tempistiche strette di allestimento e disallestimento, e una macchina logistica generale così impegnativa, è per noi un ulteriore elemento di soddisfazione. E’ la prima tappa di un percorso di sostenibilità fondamentale per il futuro delle nostre manifestazioni fieristiche”.

«Abbiamo deciso di migliorare la gestione dei rifiuti  nel nostro quartiere fieristico-congressuale – conclude Firenze Fiera –  attivando a partire da questo inizio 2017 la raccolta differenziata sia in fase di allestimento/disallestimento che durante gli eventi nonostante le grandi difficoltà che comporta l’utilizzo per queste manifestazioni di un sito monumentale di 50.000 metri quadrati, come la cinquecentesca Fortezza da Basso, così particolare e delicato, carente dunque naturalmente di semplificazioni strutturali che possano favorire la corretta gestione del rifiuto. Nonostante il forte impegno tecnico organizzativo che dovremo sostenere, si tratta di un passo in avanti nel percorso già intrapreso dalla società di sostenibilità e responsabilità sociale. Ed i primi risultati sono già visibili in questi giorni di svolgimento di Pitti Uomo n.91».