Exemple

Animalia Fashion: natura e Haute Couture in mostra a Palazzo Pitti fino al 5 maggio 2019

La forza attrattiva e seducente della natura e del mondo animale cattura la fantasia e l’ingegno degli stilisti. Ragni, insetti, ricci, aragoste, serpenti, pesci, conchiglie, coralli, pappagalli, farfalle diventano motivi ispiratori per abiti da sogno, calzature e borse sofisticatissime, gioielli straordinari. Veri e propri capolavori d’arte realizzati con ago e filo dalle mani d’oro di tante firme’ dell’alta moda che in questi ultimi anni – dal 2000 al 2018 – hanno reinterpretato poeticamente e con una vena di spiritosa ironia le meraviglie del mondo animale, facendo uso di fili, stoffe, piume, pellami pregiati e trasformandole in mille seduzioni palpabili nell’infinità varietà e mutazione di forme e variazioni cromatiche.

Tutto questo e altro è Animalia Fashion, la scenografica mostra curata da Patricia Lurati in corso fino al 5 maggio 2019 al Museo della Moda e del Costume di Palazzo Pitti, con un centinaio di pezzi concessi in prestito dalle più importanti case di moda internazionali ma anche dal Museo della Specola, dal Museo di Antropologia ed Etnografia di Firenze e dall’Associazione Italiana di Aracnologia. Un evento che apre la sessione invernale 2019 delle rassegne di Pitti Immagine con Pitti Uomo n.95, alla Fortezza da Basso dall’8 all’11 gennaio e che offre a tutti i visitatori una fantastica passeggiata nel mondo animale fra natura e fashion lungo le 18 sale del percorso espositivo.

“In questa carrellata di quasi un centinaio di pezzi tra abiti, borse, scarpe, gioielli e accessori, l’Alta Moda interpreta un universo favoloso, dove i manichini diventano creature di un bestiario moderno e poetico. E’ anche un omaggio alle qualità artistiche e tecniche della moda contemporanea, un settore cui il Museo della Moda e del Costume di Palazzo Pitti sta dedicando nuove energie ed attenzione”, il commento del direttore degli Uffizi, Eike Schmidt.

“In un dialogo emozionante con questo zoo di stoffe, piume, pellami e non solo, dichiara la curatrice Patrizia Lurati, il visitatore viene sorpreso, coinvolto nella scoperta delle meraviglie del mondo animale, che per gli stilisti diventa fonte di ispirazione o che crea accostamenti inaspettati nell’immaginazione di chi guarda” .

INFO e prenotazioni: Firenze Musei 055 290383 – firenzemusei@operalaboratori.com – www.uffizi.it

(Fiamma Domestici)