City Events

Ogni mese la segnalazione di MOSTRE, eventi culturali, gli appuntamenti da non perdere in città per espositori, visitatori, buyer e congressisti nostri ospiti.

Exemple

Non è una mostra nel senso classico della parola ma qualcosa di più: una full immersion sensoriale e olfattiva nella magia e spettacolarità dell’arte moderna quella che attende il visitatore nella chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte dal 18 novembre al 1 maggio 2018.

Monet experience and the Impressionsts è il titolo del nuovo percorso digitale immersivo di Crossmedia Group (con la direzione artistica di Sergio Risaliti), che dopo Klimt e Leonardo propone i capolavori del grande artista francese. Fu proprio lui, Claude Monet, nato a Parigi nel 1840 e morto a Giverny nel 1926, l’autore delle celebri ninfee, colui che nel 1872 dipingendo l’alba sul porto di Le Havre diede nome a quel movimento – l’impressionismo – che segnò l’avvio della pittura en plein air e dell’arte moderna. Il quadro fu presentato al pubblico due anni dopo presso lo studio del fotografo Nadar. Fu in quell’occasione che all’opera venne assegnato il titolo Impression, soleil levant, come ricorda lo stesso Monet: “Il paesaggio non è altro che un’impressione, ed istantanea, e per questo ci si diede quell’etichetta a causa mia. Avevo mandato una mia cosa fatta a Le Havre, dalla mia finestra, col sole in mezzo alla nebbia e qualche albero di nave che si innalzava sullo sfondo. Mi avevano chiesto un titolo per il catalogo e non poteva certo essere preso per una veduta di Le Havre, quindi ho detto “Metta Impressione”.

Il visitatore sarà coinvolto in uno spettacolo unico e irripetibile davanti ad immagini che nascono e si dilatano a 360 gradi su schermi giganteschi a comporre una narrazione suddivisa in 20 scene alimentate anche dai profumi naturali appositamente creati da Aromantique fino a materializzarsi nell’avventura a tre dimensioni con gli Oculus Vr , proposta al pubblico  ad integrazione della mostra.

E sarà come riappropriarsi per un attimo di quella freschezza e ariosità di pennellata ‘impressionista’ che scaturiva dalla felicità vissuta a contatto diretto con la natura e che si interromperà, come racconta Proust, con l’inizio della civiltà del progresso e della vita moderna, virtuosamente interpretata da Monet in un equilibrato mix fra raffigurazione e realtà, luce e colore, staticità e movimento.

(Fiamma Domestici)

Exemple

Torna a casa nella sua Firenze, dopo quasi 120 anni di distacco, la Resurrezione, la monumentale lunetta che intorno al 1520 Niccolo’ di Tommaso Antinori commissionò per la prestigiosa Villa Le Rose fuori le mura della città, all’accreditato artista fiorentino Giovanni della Robbia , figlio di Andrea ed ultimo erede di quella produzione in terracotta invetriata del Rinascimento italiano che ancora oggi rappresenta una sorta di griffe, logo del made in Florence nel mondo. Continua a leggere Giovanni della Robbia superstar: al Bargello la lunetta Antinori

Exemple

Uno spaccato della cultura e delle ‘vaporose’ e soffuse atmosfere dei paesaggi del ‘Sol Levante’ a Firenze.

Fino al 7 gennaio 2018 l’Aula Magliabiechiana al pian terreno degli Uffizi ospita la mostra Il rinascimento giapponese. La natura nei dipinti su paravento dal XV al XVII secolo” organizzata dalla Galleria degli Uffizi in collaborazione con l’Agenzia per gli Affari Culturali del Giappone, Continua a leggere Elogio del dettaglio: la natura nei dipinti su paravento giapponese dal XV al XVII secolo in mostra agli Uffizi

Exemple

Un viaggio indimenticabile negli splendori del Cinquecento fiorentino, un evento unico e irripetibile,  è quello che attende i visitatori a Palazzo Strozzi dove fino al 21 gennaio 2018 si potrà visitare la mostra Il Cinquecento a Firenze “maniera moderna” e controriforma. Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna, ultimo atto di una trilogia di mostre a Palazzo Strozzi  a cura di Carlo Falciani e Antonio Natali, avviata nel 2010 con Bronzino e proseguita poi nel 2014 con Pontormo e Rosso Fiorentino. Continua a leggere Grandezza e splendori del Cinquecento a Firenze in mostra a Palazzo Strozzi

Exemple

Dal 1 settembre 2017  parte il nuovo sistema di scontistica per i visitatori dei musei statali fiorentini con l’istituzione di tessere annuali e dal 1 marzo 2018 di tariffe stagionali che favoriranno l’esperienza congiunta di tutti i musei delle Gallerie degli Uffizi, offrendo incentivi  particolari per visitare Palazzo Pitti e il Giardino di Boboli.

“Favoriamo un turismo meno frettoloso, controcorrente e di qualità: un turismo che si basa sulla volontà di conoscenza, che stimola gli scambi culturali fra i popoli e che grazie all’indotto economico, creerà prosperità e nuovi posti di lavoro in tutta la città”, il commento del Direttore degli Uffizi, Eike Schmidt, che aggiunge:” Il nuovo sistema delle tariffe d’ingresso ai musei delle Gallerie degli Uffizi , premia chi viene a vedere tutto il patrimonio artistico concentrato dai Medici e dai Lorena nei nostri musei, ma disincentiva chi sceglie una sola fetta con le opere più famose”.

Fra le offerte ghiotte dal 1 settembre 2017, da non lasciarsi scappare, la tessera di abbonamento annuale al Giardino di Boboli al prezzo di € 25,00 che con 10 € in più permetterà di estendere la visita a tutti i musei di Palazzo Pitti. L’analoga tessera annuale per gli Uffizi costerà invece € 50,00. Con € 70,00 sarà offerta a tutti la possibilità di  visitare Uffizi, Palazzo Pitti e Giardino di Boboli. Nel pacchetto della bigliettazione annuale è compreso anche l’accesso a tutte le mostre temporanee e la priorità d’ingresso rispetto alla fila.

A partire dal 1 marzo 2018 verrà introdotta la bigliettazione stagionale che prevede una rimodulazione dei prezzi e una riduzione delle tariffe nei periodi di bassa stagione agli Uffizi, Pitti e Boboli (dal 1 novembre all’ultimo giorno di febbraio). Limitatamente ai musei di Palazzo Pitti, coloro che acquisteranno l’ingresso entro le ore 8.59 e accederanno nella primna fascia oraria nei musei (dalle 8,15 alle 9,25) sarà assicurata una riduzione del 50% che nei mesi invernali si aggiunge allo sconto stagionale.

Alla presentazione alla stampa del progetto, svoltasi lunedì 31 luglio presso i locali di San Pier Schieraggio agli Uffizi, ha partecipato anche il nostro presidente, Leonardo Bassilichi.  

INFO: www.uffizi.it

(Fiamma Domestici)

 

Exemple

Una mostra su Firenze per tutti i fiorentini interessati ad avvenimenti e ‘cronache’ che fanno parte dei fasti della dinastia medicea e della storia della città.  Omaggio al Granduca. Memore dei piatti d’argento è la raffinatissima mostra visitabile fino al 24 settembre prossimo nelle sale del Tesoro dei Granduchi al piano terreno di Palazzo Pitti che si avvale anche di importanti prestiti di collezioni e musei italiani ed esteri. Continua a leggere I ‘piatti di San Giovanni’: trionfi di oreficeria barocca in mostra a Palazzo Pitti

Exemple

Un distillato di bellezza cristallina, una prima assoluta per le raffinatissime sculture in porcellana candida prodotte dalla manifattura Ginori di Doccia. Un parterre di statue monumentali e straordinari gruppi scultorei, un “popolo di statue” composto di modelli in bronzo e porcellana, provenienti in gran parte da quella che a ragione può definirsi “La fabbrica della bellezza. La Manifattura Ginori” che dà il titolo alla mostra visitabile fino al 1 ottobre nelle due sale espositive dedicate a mostre temporanee, al piano terreno del Museo del Bargello, con importanti prestiti da musei d’Europa e americani. Continua a leggere Capolavori della Manifattura Ginori al Museo del Bargello fino al 1 ottobre 2017

Exemple

Fra le mostre d’arte in campo questa primavera a Firenze Plautilla Nelli. Arte e devozione in convento sulle orme di Savonarola, presso la Galleria delle Statue e delle Pitture degli Uffizi, a cura di Fausta Navarro, desta interesse e curiosità trattandosi di una monografica dedicata alla prima pittrice d’età moderna,  suor Plautilla Nelli (Firenze, 1524-1588), le cui opere nel tempo del Vasari erano disseminate nei conventi e nelle dimore dei gentiluomini fiorentini. La mostra riscatta la sua memoria storica e le sue opere d’arte troppo spesso, ingiustamente, assegnate a uomini artisti. Continua a leggere Plautilla Nelli, prima pittrice d’età moderna in mostra alla Galleria degli Uffizi fino al 4 giugno 2017

Exemple

Il colore della passione” con la natura selvaggia e il mare dell’Isola d’Elba nel cuore. 35 opere fra dipinti a olio, tecniche miste, litografie, ceramiche e sculture in vetro di grandi dimensioni in mostra alla Galleria del Palazzo fino al 28 marzo 2017 come omaggio all’ultima produzione artistica del pittore elbano Italo Bolano.Il percorso parte con quattro grandi olii su tela seguito da icone astratte dedicate alla terra elbana, da ceramiche materiche in suggestivi piatti e colorati oggetti e da due pannelli decorativi in vetro. Continua a leggere La pittura lirica di Italo Bolano in mostra alla Galleria del Palazzo fino al 28 marzo

Exemple

Firenze in occasione di Pitti Uomo n.91 apre i suoi scrigni d’arte e le sue stanze segrete. E’ il caso dell’Archivio Storico Foto Locchi che raccoglie oltre cinque milioni di immagini sulla storia di Firenze e della Toscana dagli anni Trenta ad oggi. Fino al 5 marzo 2017, cento rarissimi scatti dagli anni ’30 ai ’70 del ‘900 tratti dall’Archivio Storico fiorentino saranno in mostra nelle sale dell’Andito degli Angiolini di Palazzo Pitti per raccontare il fascino e la magnificenza della moda e dell’artigianalità a Firenze.  Continua a leggere Glamour & moda a Firenze nei cento scatti dell’Archivio Locchi, in mostra a Palazzo Pitti fino al 5 marzo 2017