Exemple

Dal 26 al 30 agosto occhi puntati sul 20° Congresso Mondiale della IEA (International Ergonomic Association), organizzato in collaborazione con la Società Italiana di Ergonomia (SIE). Il tema del congresso 2018, con cadenza triennale,  è “La creatività nella pratica” con riferimento alla sfida tipica della via italiana all’innovazione, impegnata a trasformare i risultati della ricerca sull’innovazione in azioni concrete per migliorare la qualità della vita e del lavoro.

La candidatura di Firenze e di Firenze Fiera è stata appoggiata dalla Federazione europea FEES come unica possibile concorrente europea per il congresso. Già al primo turno il capoluogo toscano aveva battuto con oltre il 50% dei voti le concorrenti Whistler Mountain in Canada, Mumbai e Istanbul.

Nata nel 1961 la IEA si occupa di studiare e migliorare la qualità della vita riducendo gli impatti dannosi sul benessere psicofisico del lavoratore. Nel 2015 il congresso si è tenuto a Melburne. Attesi circa 2.000 partecipanti da tutto il mondo, specialisti del settore ma anche legati ad altri comparti quali sanità, mondo del lavoro, design, agricoltura, tecnologia ed ingegneria.

Exemple

Mercoledì 25 luglio il presidente di Firenze Fiera e della Camera di Commercio di Firenze, Leonardo Bassilichi, è stato eletto dall’Assemblea dei presidenti delle Camere di Commercio, vicepresidente nazionale di Unioncamere. Fra gli altri sette vicepresidenti che, insieme a Carlo Sangalli, comporranno l’Ufficio al vertice per i prossimi tre anni, anche un altro toscano: Riccardo Breda (Maremma e del Tirreno).

Exemple

200 marchi italiani e internazionali provenienti da Australia, Belgio, Brasile, Colombia, Finlandia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Stati Uniti, ecc. in mostra dal 14 al 16 luglio alla Fortezza da Basso per l’11° edizione  di MAREDAMARE, l’unico salone italiano professionale italiano dedicato ai settori Swimwear e Beachwear, che presenta in anteprima le collezioni di abbigliamento e accessori di aziende top del settore.

Grazie all’accordo con ABIT, la Brazilian Textile and Apparel Industry Association, questa edizione del salone vedrà protagonisti marchi brasiliani leader che presenteranno per la prima volta in Italia le loro collezioni sabato 14 luglio alle ore 17,00 con la sfilata Tribute to Brazil – The Catwalk.

In programma sfilate personali e collettive di marchi noti e di giovani talenti, premiazioni, presentazioni per la stampa, iniziative sociali e workshop professionali di aggiornamento dedicati ai gestori di boutique e negozi.

Anche quest’anno la fiera ospita oltre 200 fra i migliori negozi italiani e buyer esteri selezionati provenienti da Germania, Russia, Spagna, Grecia, Portogallo e Olanda.

Exemple

Il grandioso fortilizio ‘mediceo’ si apre per la prima volta al pubblico per mostrare a cittadini e visitatori tutto il suo storico splendore. Una proposta particolarmente apprezzata dai fiorentini e non solo, che hanno risposto con entusiasmo con il tutto esaurito per i primi turni di visita (sabato 7 luglio) e grande richiesta anche per gli appuntamenti successivi.
“Fu sollecitato il Duca Alessandro dallo zio Pontefice a fabbricare una Fortezza…”: così le antiche cronache ricordano la fondazione del Forte San Giovanni, la cui progettazione fu affidata ad Antonio da Sangallo il giovane. Destinata a una doppia funzione di difesa dai nemici esterni e interni, la fortezza mostra ancor oggi gran parte dell’originaria struttura che ingloba anche la medievale porta Faenza. Durante la visite sarà possibile comprendere meglio l’architettura e le strategie difensive, ammirare la città dall’alto del mastìo e percorrere una parte del camminamento di ronda sotterraneo, per la prima volta aperto al pubblico. Un percorso attraverso i secoli, dal medioevo alle trasformazioni Lorenesi fino alla rinascita grazie agli interventi di recupero e ammodernamento degli spazi a cura di Firenze Fiera.
“Aumentiamo l’offerta e l’accessibilità di luoghi storici della nostra città per lungo tempo inaccessibili al pubblico – commenta il sindaco Dario Nardella – convinti che Firenze abbia moltissimo da offrire anche al di là delle bellezze canoniche. La grande risposta dei cittadini per questi appuntamenti, dalla Torre di San Niccolò a Porta Romana fino alla recente preview della Torre di San Frediano, dimostra che questa è la strada giusta per ‘riappropriarci’ della nostra storia e della nostra memoria”.
“Il sold out per le visite di questo primo sabato di apertura – afferma il presidente di Firenze Fiera Leonardo Bassilichi – è la prova tangibile della forza attrattiva che la Fortezza (sede dei più importanti eventi fieristici e congressuali di Firenze e della Toscana e in questi mesi estivi alla ribalta come location scelta per i montaggi di un importante brand di produzione cinematografica internazionale) esercita sui fiorentini e sui turisti in visita a Firenze. Si tratterà di un’esperienza unica, coinvolgente ed emozionante, una visita indimenticabile che guiderà il visitatore dalle viscere del fortilizio fino al mastìo, da dove si gode una veduta spettacolare sui principali monumenti della città. E sarà solo l’inizio di un percorso di apertura e fruibilità del fortilizio mediceo”. “Il nostro impegno con l’ingresso al monumento – conclude Bassilichi  – è quello di restituire la fortezza ai fiorentini e  far capire a tutti, ai nostri partners e clienti, l’importanza e il privilegio di organizzare il proprio evento in spazi ‘museali’ unici al mondo, dall’alto contenuto storico-artistico”.
Le visite guidate, curate da MUS.E, si svolgeranno ogni sabato mattina da luglio a settembre in tre turni (ore 9.30, 10.30, 11.30). I percorsi sono ad ingresso libero, con prenotazione obbligatoria.

Exemple

800 biologi provenienti da tutto il mondo si incontrano al Palazzo dei Congressi e al Palazzo degli Affari dal 3 al 6 luglio per il Congresso annuale della Society for experimental Biology (SEB). La quattro giorni di studi sarà suddivisa in 9 sessioni scientifiche parallele che riguarderanno la biologia animale, vegetale e cellulare con laboratori di sviluppo per giovani ricercatori che potranno scambiare idee e conoscenze con i grandi esperti della biologia su scala internazionale.

Scopo del congresso è quello di creare la perfetta connessione fra ricerca e nuove scoperte promuovendo la sperimentazione fra scienziati e sostenendo l’utilizzo di nuovi metodi e applicazioni scientifiche.

Exemple

Con 129 marchi di cui 27 provenienti dall’estero, Pitti Filati 83, la manifestazione internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria, va in scena alla Fortezza da Basso dal 27 al 29 giugno. Concept lab e piattaforma per le tendenze lifestyle globali, Pitti Filati punta sulla ricerca, continuando a rafforzare le sinergie fra le sue diverse aree e a potenziare il ruolo dello Spazio Ricerca, centro di tutte le espressioni legate alla creatività. Con un lay out fresco e rinnovato Pitti Filati presenta l’eccellenza della filatura su scala internazionale alla sua platea straordinaria di buyer da tutto il mondo e designer dei più importanti brand del fashion, che sbarcano a Firenze in cerca di ispirazioni.

Al centro di questa 83° edizione, l’anteprima mondiale autunno/inverno 2019/20 delle collezioni di filati per maglieria. Focus anche sul tema della ‘sostenibilità’, mercoledì 27 giugno alle ore 14,30 con il workshop dedicato alla tematica delle fibre riciclate intitolato ” Advancing Sustainability Through Recycled fibers and animal welfare in animal fibers production” a cura di Confindustria ToscanaNord, Textile Exchange Mohair South Africa e Icea con Deon Saayman eexecutive director di Mohair South Africa.

Exemple

Pitti Bimbo n.87 è  il salone di riferimento per il ‘pianeta’ bambino, l’unico appuntamento internazionale capace di cogliere le vibrazioni più creative di un settore in continua crescita, appuntamento irrinunciabile per i buyer dei grandi department store, per le boutique, i concept store ei più qualificati e-commerce. In fiera stilisti e brand affermati, il taglio dinamico di Sport Generation, l’anima urban di Superstreet, la dimensione atletico-metropolitana  della nuova sezione ACTIVELAB, il mix fra ricerca e sperimentazione di KidzFIZZ, il lifestyle di Fancy Room, l’incubatrice di marchi piccoli, ma grandi per contenuti di The Nest. E ancora gli Editorials che raccontano, ogni volta in modo diverso ed originale, attraverso oggetti, curiosità, accessori, elementi d’arredo, due trend complementari al guardaroba. Tutto questo è l’esperienza di Pitti Bimbo. In evidenza la sezione Green Generation di EcoEthic, una sezione espressamente dedicata ai materiali organici, all’etica e al rispetto dell’ambiente per tutta la filiera.

La manifestazione beneficia del contributo straordinario del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ICE, all’interno del Piano Speciale 2018-2019 a sostegno delle fiere Made in Italy.

 

Exemple

Dall’11 giugno al 16 settembre nelle sale dell’Andito degli Angiolini a Palazzo Pitti , 90 straordinari scatti fotografici illustrano il fascino intramontabile dell’automobile, icona di eleganza e bellezza e il potere seducente ed irrefrenabile della velocità, così come si viveva a Firenze e  in Toscana nel trentennio che va dal 1934 al 1965. The elegance of speed è il titolo della bella mostra realizzata dalle Gallerie degli Uffizi in collaborazione  con la casa editrice Gruppo Editoriale e con l’Archivio Foto Locchi, un patrimonio culturale di inestimabile valore, tutelato dal MIBACT, che raccoglie oltre 5 milioni di immagini, di cui ben 20.000 dedicate alla storia dell’automobile. Continua a leggere The Elegance of SPEED dall’11 giugno al 16 settembre a Palazzo Pitti

Exemple

Dal 12 al 15 giugno riflettori puntati su PITTI UOMO n.94, la manifestazione internazionale di riferimento per il menswear e il lifestyle contemporaneo, un mondo in continua evoluzione, pronto ad anticipare e rappresentare le nuove tendenze della moda attraverso una nutritissima gamma di progetti e proposte innovative.

1.240 sono i marchi partecipanti di cui 561 provenienti dall’estero (il 45% del totale) distribuiti su una geografia rieditata degli spazi e un potenziamento delle aree proiettate al futuro del fashion. Progetti che interpretano in modo inedito l’universo outdoor, ridefiniscono il lifestyle legato all’athleisure e valorizzano i makers da tutto il mondo.E ancora la new wave di talenti dal Nord Europa e le proposte dell’Europa dell’Est, gli stili all’avanguardia e le punte dei design cutting-edge. Senza dimenticare l’eccellenze delle aziende del nuovo classico e i brand che rilanciano la modernità dello sportswear. Con l’atmosfera unica dei saloni firmati Pitti Immagine.

Tema guida dei saloni estivi 2018 di Pitti è il P.O.P. inteso come Pitti Optical Power, una festa virtuale e visuale che, con righe in movimento e ondeggianti, stimolano nuovi orizzonti della percezione e della prospettiva delle cose, un caleidoscopio di pattern full color per rendere sempre più gioiose e ipnotiche le strutture all’interno della Fortezza da Basso.

Special guest di Pitti Uomo 94 Roberto Cavalli che sbarca in Fortezza per il lancio worldwide del suo nuovo progetto di moda maschile con un evento speciale – mercoledì 13 giugno – realizzato nello stile distintivo della griffe e ddicato al suo nuovo corso.

Exemple

Al via i lavori di restauro della Fortezza da Basso. La giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo del primo lotto di lavori, pari a 2 milioni di euro. Le risorse provengono dal Patto per Firenze siglato nel novembre 2016 dal sindaco Nardella con l’allora presidente del Consiglio Matteo Renzi. L’intervento riguarda il restauro e la valorizzazione delle cortine murarie esterne comprese fra il bastione Rastriglia, il bastione Bellavista e la porta Soccorso alla Campagna, sul lato del parcheggio di piazzale Montelungo.

I lavori, che inizieranno a fine estate e dureranno poco meno di un anno,  prevedono il restauro conservativo dei paramenti esterni oltre ad alcuni interventi di messa in sicurezza  delle aree a queste afferenti e gli approfondimenti archeologici necessari per avviare la valorizzazione di parte dei camminamenti e delle gallerie di contromina alla base dei bastioni.

Il piano di recupero prevede l’avvio di percorsi ed itinerari di fruizione pubblica che saranno sperimentati a partire dal cantiere.