Exemple

Martedì 15 ottobre alle ore 18 nel Salone de’ Cinquecento di Palazzo Vecchio si svolge la IV^ edizione del Florence Ambassador Award,  il riconoscimento ufficiale  di Firenze dedicato alle personalità del mondo accademico e professionale che si sono impegnate per favorire l’acquisizione di congressi ed eventi con ricadute importante sull’indotto economico della città. L’iniziativa è  promossa dall’Assessorato turismo, fiere e congressi del Comune di Firenze in collaborazione con il Firenze Convention Bureau e Firenze Fiera.

Fra i premiati anche alcuni dei principali promotori dei nostri eventi internazionali come il Prof. MARCELLO MELE (Direttore del Centro di Ricerche Agro-ambientali “E. Avanzi” – Università di Pisa) per l’Annual Meeting of the European Federation of Animal Science 2022, il Prof. STEFANO MACI, Chairman EuCAP Conference 2023 / European Conference on Antennas and Propagation 2023, la Dott.ssa MARZIA FAIETTI, Presidente CIHA Italia – Comité International d’Histoire de l’Art 2019, il Prof. NICOLA CASAGLI, Professore ordinario di Geologia applicata presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze  con la Dott.ssa VERONICA TOFANI,  Ricercatrice in Geologia applicata presso il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Firenze  per il  World Landslide Forum 2023 e il Dott. JACOPO CELONA,  Direttore della XII^ Florence Biennale, che aprirà i battenti alla Fortezza da Basso dal 18 al 27 ottobre prossimo.

Secondo gli ultimi dati OICE (Osservatorio italiano dei congressi e degli eventi) Firenze attrae il 20% in più di delegati rispetto alle altre destinazioni europee. Gli eventi internazionali hanno registrato un + 4,6% rispetto al 2017 ed un + 5,3% in termini di numero di partecipanti. Trend in crescita anche per gli eventi nazionali on un + 17,1% di eventi promossi da aziende/imprese e +7,5% da eventi promossi dal mondo associativo, rispetto al 2017.

“Firenze sta diventando sempre di più la capitale europea dei congressi e delle fiere di qualità – dichiara Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera, anche grazie alle infrastrutture che si stanno via via realizzando e agli investimenti internazionali che contribuiscono a dare un respiro cosmopolita alla città. In questo quadro, i lavori che trasformeranno il Palaffari nel più tecnologico e moderno centro congressi disponibile dalla fine del 2020 e il nuovo padiglione Bellavista che sarà realizzato alla Fortezza saranno il completamento di un percorso che vede già oggi Firenze Fiera protagonista con oltre mezzo milione di presenze fra fiere e congressi nel 2019”.

Exemple

Sono stati oltre 25.000 le presenze alla mostra e agli eventi formativi della terza edizione di DIDACTA ITALIA, che si è svolta dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso di Firenze. La fiera si conferma l’appuntamento di riferimento per parlare di innovazione nel mondo della scuola.

La mostra ha chiuso con 16.712 ore di formazione certificata erogata ai docenti, 762 eventi totali, 12.036 prenotazioni ricevute on line pre-evento, oltre 200 espositori su 31mila metriquadri e 160  giornalisti accreditati.  Bilancio molto positivo anche per la presenza online. Solo nei tre giorni di fiera sono stati oltre 20mila gli utenti che, in crescita del 33% rispetto all’edizione 2018, hanno visitato il sito web della manifestazione da tutta Italia: +135% da Torino, +108% da Napoli, +57% da Bologna e +43% da Milano. Sui social media la copertura dei post solo sugli account ufficiali di Fiera Didacta e Indire ha superato i 270mila utenti, triplicando il numero dell’anno scorso.

“Alla terza edizione i numeri confermano che Fiera Didacta è ormai il punto di riferimento per la scuola. Di fatto, siamo un servizio pubblico perché gli insegnanti possono accedere a una formazione gratuita di altissimo livello, anche grazie alle istituzioni che ci hanno creduto e alle oltre 200 imprese che hanno mostrato come la scuola del futuro sia già una realtà. Per questo stiamo già lavorando all’edizione del 2020 che si svolgerà dal 28 al 30 ottobre confermando Firenze e la Fortezza da Basso al centro dei percorsi educativi della scuola del nostro Paese”, ha detto Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.

“La terza edizione di Didacta – dichiara il Presidente di Indire, Giovanni Biondi – si conclude con un bilancio molto positivo in termini di partecipazione e di iniziative proposte. Con la scuola del futuro abbiamo costruito un modello di scuola che non fosse solo raccontato, ma potesse essere vissuto e sperimentato in prima persona dai docenti e dai dirigenti scolastici. La grande attenzione ricevuta dal mondo politico, da gran parte della stampa nazionale e anche dai media internazionali, come la BBC, ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta affinché l’innovazione diventi un tema centrale di discussione per un reale cambiamento nella scuola italiana”.

Ottimo il gradimento che i partecipanti hanno espresso nell’app di Fiera Didacta con l’87%  di massima soddisfazione. Particolarmente apprezzati gli eventi e le aree espositive dedicate all’innovazione tecnologica.

Exemple

Firenze, 3 ottobre 2019 – E’ stata presentata stamani a Palazzo Strozzi Sacrati la 3^ edizione di DIDACTA ITALIA, dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso

La manifestazione, dedicata a Leonardo nel quinto centenario della sua morte e inserita dal Ministero dell’Istruzione fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire, e con un comitato organizzatore composto da Miur, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, ITKAM e Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

La cerimonia di apertura alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti, è fissata per mercoledì 9 ottobre alle ore 9,30 alla Fortezza da Basso (Padiglione Cavaniglia) , mentre martedì 8 ottobre alle ore 19 si svolgerà la serata inaugurale  nel Salone de’ Cinquecento in Palazzo Vecchio con il Concerto dell’Orchestra Erasmus.  

Novità assoluta dell’edizione 2019 è l’iniziativa “SCUOLA=FUTURO: Ex machina. Spazi di apprendimento ed esperienze didattiche per la scuola del futuro”, con riferimento a Leonardo da Vinci. Nel padiglione de “Le Ghiaie”, su una superficie di oltre mille metri quadrati, Indire allestirà due ambienti: uno riservato alla Scuola secondaria e l’altro alla Scuola primaria.

Durante la tre giorni di Didacta Italia, oltre alle attività formative, i partecipanti potranno visitare la ricca sezione espositiva che occupa 5 padiglioni espositivi su una superficie totale di 31.000 metri quadri. Sono oltre 200 le aziende presenti (main sponsor Samsung – MR Digital), per un’offerta completa di tutte le novità del settore scuola, con le più sofisticate proposte della tecnologia e della robotica, gli arredi scolastici, l’editoria, la cancelleria, i giochi didattici, la formazione, i viaggi studio, la formazione linguistica e l’educazione musicale.

L’edizione 2019 punterà inoltre su nuove sezioni espositive, come la meccatronica (scienza che studia l’integrazione della meccanica con l’elettronica e l’informatica) e la sostenibilità. Per la prima volta a Didacta Italia verrà allestita un’AREA GREEN nella quale, attraverso incontri e presentazioni di progetti e materiali di aziende, si cercherà di rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e dei soggetti, tra cui le imprese, che già praticano processi di sostenibilità per promuovere una società sempre più green fin dall’età scolastica. Ampio spazio verrà inoltre dedicato anche alle Startup e all’innovazione, con vari contributi fra i quali quello dell’Università di Firenze.

“Solo costruendo filiere della formazione all’avanguardia e coerenti con le esigenze di docenti, studenti e coinvolgendo il mondo produttivo è possibile ambire a costruire una scuola che elevi la qualità formativa, puntando su esigenze come innovazione e ambiente – ha dichiarato Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera –. Organizzare alla Fortezza da Basso di Firenze da tre anni Fiera Didacta significa voler investire su questo settore non tanto per incrementare un business ma per contribuire a migliorare la formazione nel Paese e trasformare Firenze nella capitale della scuola del futuro”.

Per iscrizioni e informazioni:   fieradidacta.it – didacta@firenzefiera.it

 

 

 

 

 

Exemple

Dal 30 settembre al 2 ottobre la Fortezza da Basso ospita la 37° Conferenza Internazionale NO-DIG sul ruolo sempre più strategico delle tecnologie trenchless come motore per la crescita infrastrutturale dei paesi.

La tecnologia Trenchless prevede l’installazione, la sostituzione o il rinnovo di servizi sotterranei con scavi minimi e interruzioni della superficie. L’attività senza scavo è ecologica, un’opzione molto interessante rispetto ai metodi di scavo nelle aree urbanizzate che consente un disturbo minimo alle attività economiche, residenziali e del tempo libero, nonché per attraversare corridoi di trasporto, fiumi e corsi d’acqua, aree sensibil e naturalistiche. Le tecnologie no-dig stanno riducendo i costi sociali e ambientali del 70%, i consumi eergetici del 56% e gli infortuni sul lavoro del 70%.

 

Exemple

Oltre 800 delegati provenienti da tutta Italia sono riuniti al Palazzo dei Congressi fino al 2 ottobre per il 47° Congresso Nazionale SIMFER (Società Italiana di Medicina Fisica e Riabilitativa).

In occasione della ricorrenza del 500esimo anniversario della morte di Leonardo, il Simfer ha voluto ispirare l’appuntamento 2019 alla celebre citazione leonardiana “il moto è causa di ogni vita“. Fra i partecipanti anche il Museo Leonardiano di Vinci con un intervento dedicato al Genio a cura di Roberta Barsanti, direttrice dell’ente culturale.

Fra i vari temi sviluppati e discussi nelle varie sessioni del congresso, la gestione riabilitativa della “cronicità”, con soluzioni basate anche su tecnologie avanzate ma sempre prendendo in considerazione gli aspetti umani, con l’obiettivo di migliorare la qualità della vità, in un’efficace integrazione che mira al benessere bio-psico-sociale. Si parlerà anche degli aspetti di ricerca scientifica riabilitativa, determinanti anche per la stesura di linee guida e di fisiatria interventistica, disciplina che richiede anche una precisa manualità e l’uso di diagnostica non solo ecografica e che riveste un ruolo sempre più professionale anche nella prospettiva occupazionale futura dei giovani fisiatri.

Exemple

Sono più di 400 i partecipanti all’ISDE 11, l’11° Simposio Internazionale sulla Terra digitale in svolgimento al Palazzo dei Congressi dal 24 al 27 settembre.

La Terra digitale (la rappresentazione virtuale del nostro pianeta) è uno sforzo collaborativo multidisciplinare che coinvolge diverse scienze (ad esempio scienze della Terra, dello spazio, dell’informazione) per monitorare e prevedere i fenomeni naturali e umani. L’obiettivo del Simposio è discutere il contributo di Digital Earth alla trasformazione digitale della società e le opportunità offerte da questa rivoluzione alla scienza della Terra digitale.

L’International Society for Digital Earth (ISDE) fondata a Pechino nel 2006 è un’organizzazione internazionale senza fini di lucro che promuove principalmente scambi accademici, innovazione scientifica e tecnologioca, istruzione e collaborazione internazionale verso il digitale Terra. I simposi biennali ISDE sono i principali eventi internazionali relativi ai progressi della scienza, della tecnologia e delle ultime applicazioni per la Terra digitale. Tema di questa edizione è “Terra digitale in una società trasformata”.

Nella quattro giorni del simposio si confronteranno i più importanti scienziati del mondo che discuteranno insieme le direzioni future per i prossimi decenni.

L’evento è anche una grande opportunità per raggiungere le comunità scientifiche e industriali europee, per aumentare il loro coinvolgimento nella visione, elaborazione e realizzazione della Terra digitale.

Exemple

E’ stata presentata a Roma alla sede del Miur, giovedì 19 settembre la terza edizione di Fiera Didacta Italia, dal 9 all’11 ottobre  (con orario dalle 9.00 – 18.30), l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia. 180 gli eventi e più di 500 le ore formative per i docenti.

La manifestazione, dedicata a Leonardo nel quinto centenario della sua morte e inserita dal Ministero dell’Istruzione fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, è stata presentata dal Ministro Lorenzo Fioramonti, da Cristina Grieco, Assessora all’Istruzione e Formazione della Regione Toscana, da Sara Funaro, Assessora all’Università e Ricerca del Comune di Firenze, Giovanni Biondi, Presidente di Indire, e da Wassilios Emmanuel Fthenakis, presidente onorario di Didacta International.

Dopo il successo dell’edizione 2018 (+23% dei biglietti venduti rispetto all’edizione precedente con oltre 23.000 partecipanti a seminari e eventi, più di 100.000 persone raggiunte sui social), Didacta Italia si conferma l’appuntamento annuale di riferimento in Italia per il lancio di nuove proposte per la scuola del futuro.Nel 2019 la Fiera si distribuisce su 5 padiglioni con una superficie espositiva di oltre 31.000 metri quadri con più di 200 aziende partecipanti, a cui vanno ad aggiungersi le Sale dei Quartieri Monumentali del fortilizio ‘mediceo’. Ad oggi più dell’80% degli eventi formativi è sold out.

Questa terza edizione è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire, e con un comitato organizzatore composto anche da Miur, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, ITKAM e Destination Florence Convention & Visitors Bureau. Fra i partecipanti, numerose istituzioni nazionali ed internazionali, strutture scientifiche e culturali, università, scuole, associazioni, imprese, fondazioni e musei. Il MIUR sarà presente con uno spazio espositivo di circa 500 metri quadri, più grande rispetto all’anno scorso.

«Innovazione, formazione, futuro. Sono tre parole, ma insieme esprimono la stessa idea. L’idea di una scuola che non resta indietro, una scuola che guarda avanti – ha detto il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Lorenzo Fioramonti -. Didacta offre una occasione importante per conoscersi, confrontarsi, misurarsi. Io credo nella formazione permanente – ha aggiunto il Ministro -. Gli insegnanti, nella propria formazione, devono mettere la stessa passione che chiedono ai loro studenti. La scuola cresce insieme».

L’evento, spin off di Didacta International, la più grande fiera sull’istruzione e la scuola in Europa e fra le più importanti del mondo, fa parte quest’anno anche della Settimana Tedesca in Italia, promossa e organizzata dall’Ambasciata della Repubblica Federale di Germania con una serie di eventi, mostre, spettacoli e incontri che si svolgeranno dal 6 al 13 ottobre in tutto il Paese per avviare una riflessione sui rapporti tra Italia e Germania 30 anni dopo la Caduta del Muro di Berlino. 

Novità assoluta dell’edizione 2019 è l’iniziativa “SCUOLA=FUTURO: Ex machina. Spazi di apprendimento ed esperienze didattiche per la scuola del futuro”, con riferimento a Leonardo da Vinci. Nel padiglione de “Le Ghiaie”, su una superficie di oltre mille metri quadrati, Indire allestirà due ambienti: uno riservato alla Scuola secondaria e l’altro alla Scuola primaria. Un’articolazione di spazi, arredi e tecnologie integrati, pensati secondo un modello che Indire ha sviluppato in questi anni (si veda il Manifesto 1+4). Nella scuola del futuro gli ambienti, gli arredi e le tecnologie sono progettati per essere funzionali alle attività didattiche secondo uno stretto connubio tra didattica e organizzazione degli spazi. I percorsi proposti sono: il Pantografo, ovvero delle similitudini; l’Odometro, ovvero le misure del mondo.

Durante la tre giorni di Didacta Italia, oltre alle attività formative, i partecipanti potranno visitare la ricca sezione espositiva. Sono oltre 200 le aziende presenti (main sponsor Samsung – MR Digital), per un’offerta completa di tutte le novità del settore scuola, con le più sofisticate proposte della tecnologia e della robotica, gli arredi scolastici, l’editoria, la cancelleria, i giochi didattici, la formazione, i viaggi studio, la formazione linguistica e l’educazione musicale.

L’edizione 2019 punterà inoltre su nuove sezioni espositive, come la meccatronica (scienza che studia l’integrazione della meccanica con l’elettronica e l’informatica) e la sostenibilità.

Ampio spazio sarà dedicato non solo alle Startup e all’innovazione, con il contributo dell’Università di Firenze, ma anche alla sostenibilità, con il coinvolgimento di imprese innovative attive nel campo dell’economia circolare, per un modello di scuola italiana sempre più green che contribuisca, con l’innovazione della didattica e degli strumenti formativi, alla crescita di nuove generazioni, più consapevoli e protagoniste di un futuro sostenibile.

Per la prima volta a Didacta Italia verrà allestita un’AREA GREEN nella quale, attraverso incontri e presentazioni di progetti e materiali di aziende, si cercherà di rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e dei soggetti, tra cui le imprese, che già praticano processi di sostenibilità per promuovere una società sempre più green fin dall’età scolastica.

«Il programma scientifico che viene proposto a Fiera Didacta Italia – ha spiegato il Presidente di Indire, Giovanni Biondi aumenterà notevolmente il numero delle occasioni formative per gli insegnanti, per i dirigenti scolastici e per tutti coloro che gravitano attorno ai temi dell’innovazione scolastica.”

«Solo costruendo filiere della formazione all’avanguardia e coerenti con le esigenze di docenti, studenti e coinvolgendo il mondo produttivo è possibile ambire a costruire una scuola che elevi la qualità formativa, puntando su ineludibili esigenze come innovazione e ambiente – ha dichiarato Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera -. Organizzare alla Fortezza da Basso di Firenze da tre anni Fiera Didacta significa voler investire su questo settore non tanto per incrementare un business ma per dare una mano a costruire un Paese migliore per i nostri ragazzi».

 «Le precedenti edizioni sono state un successo tale da confermarci quanto questa tipologia di evento fosse necessaria e quindi, per l’edizione che a breve prenderà avvio, Regione Toscana ha lavorato, anche in collaborazione con l’Ufficio scolastico per la Toscana, per offrire contenuti che siano di arricchimento non solo per i dirigenti scolastici ed i docenti, ma anche per coloro che si occupano di educazione, istruzione e formazione negli Enti Locali poiché, come sappiamo, le Amministrazioni rappresentano uno snodo importante all’interno del sistema scolastico – ha dichiarato l’Assessora all’Istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana, Cristina Grieco -, come Presidente di Tecnostruttura delle Regioni mi preme anche invitare a visitare lo stand “La scuola delle Regioni” dove le Regioni italiane porteranno esperienze, modalità operative ed attività realizzate sul territorio».

«Siamo orgogliosi di ospitare Didacta per il terzo anno consecutivo a Firenze – ha sottolineato l’Assessora all’Educazione del Comune di Firenze, Sara Funaro Questa fiera, la più importante del mondo della scuola, trasforma la nostra città nella capitale dell’innovazione: nei tre giorni di lavori, a cui partecipano dirigenti scolastici, insegnanti e professionisti del settore si gettano infatti le basi per il futuro della scuola italiana, che sarà sempre più digitale e tecnologica, come lo è la nuova scuola Dino Compagni appena inaugurata a Firenze».

«Fiera Didacta Italia – ha aggiunto Wassilios Emmanuel Fthenakis, Presidente Onorario Didacta International ha superato le nostre aspettative. È un evento di grande qualità. La terza edizione, stabilizzando la qualità, si concentrerà sulla relazione tra modelli di apprendimento analogici e digitali orientati alla modernizzazione del sistema educativo. Con un’attenzione particolare alle opportunità che il sistema digitale offre all’innovazione dei processi educativi».

 fieradidacta.it – didacta@firenzefiera.it

 

 

 

Exemple

Tutto è pronto per NEXTECH FESTIVAL n.13, ai nastri di partenza dal 19 al 21 settembre. organizzato da Atomic Event e Musicis Concentus con il contributo dell’Estate Fiorentina 2019.

Sabato 21 è il giorno del gran finale al padiglione Cavaniglia in Fortezza con Radio Slave, DJ Rush, Raffaele Attanasio e Woden Crate. Il primo, grazie al suo stile unico, è stato nominato uno dei migliori remixer di sempre, premiato come  “Best British Producer” ai British Awards. Un musicista di successo e un producer autorevole. Non è un caso che la magica alchimia dei suoi re-edit abbia contagiato produzioni di Carl Craig, Tiga, Fischerspooner, Justin Timberlake e perfino Paul Mc Cartney. La sua brillante carriera lo vede costantemente all’apice del successo.

DJ Rush, nativo di Chicago, combina magistralmente i generi musicali più svariati (Jazz, Disco, Funk e Soul), la sua proposta non è un semplice djing, ma un vero e proprio dj show.  Raffaele Attanasio è ormai un musicista affermato a pieno titolo fra i big della techno contemporanea e nel corso della sua carriera si è esibito a fianco di nome di grido come Len Faki, Ben Sims e Oscar Mulero.

Chiude il programma di questa edizione Wooden Crate, progetto artistico di Giuseppe Gonzalez, in continua evluzione fra techno e house.

 

Exemple

Dal 15 al 19 settembre la Fortezza da Basso ospita il 12 °Congresso Europeo di Ingegneria Chimica (ECCE12) e il 5° Congresso Europeo di Biotecnologia applicata (ECAB5). Attesi oltre 1300 delegati provenienti da tutta Europa con partecipazioni anche da Stati Uniti, Australia e Africa.

Ancora una volta Firenze Fiera con il suo quartiere fieristico-congressuale nel centro della città si conferma come location privilegiata per lo svolgimento di alcuni dei più prestigiosi eventi scientifici su scala mondiale.

Un ricco programma scientifico porterà soluzioni innovative per rispondere alle principali sfide della società per un aggiornamento a 360° in tutte le aree tematiche della moderna ingegneria chimica e biochimica.

 

 

 

Exemple

Dopo 40 anni torna in Italia a Firenze il 35esimo Congresso Mondiale del CIHA (Comité International d’Histoire de l’Art), che si svolgerà dal 1 al 6 settembre al Palazzo dei Congressi.

“MOTION: Transformation” rappresenta la prima parte del Congresso mondiale di Storia dell’Arte che per la prima volta si terrà in due paesi diversi a distanza di un anno. La seconda parte intitolata MOTION: Migrations” si svolgerà infatti a San Paolo del Brasile nel settembre 2020. Tema centrale dei due appuntamenti il Movimento, declinato su due dei suoi aspetti principali e più importanti del processo culturale contemporaneo: la Trasformazione e la Migrazione.

L’evento è organizzato dal CIHA Italia in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut in Florenz Max-Planck Institut con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze e con il supporto  della Getty Foundation di Los Angeles con il patrocinio di MiBAC, Comune di Firenze, Città Metropolitana, Università di Firenze, Camera di Commercio di Firenze e Regione Toscana. Attesi oltre 500 studiosi da tutto il mondo.

Nove le sessioni del congresso volte ad approfondire le varie tematiche del processo creativo e dell’arte: L’arte come visione – L’arte e la materia nel corso del tempo – L’arte e la natura – L’arte e le religioni – L’arte fra disegno e scrittura – Iconicità e processo di produzione in architettura – Arte, potere e pubblico – L’arte, i critici e gli spettatori – Arte come Voyage.

“Abbiamo voluto ospitare questo appuntamento a Villa Vittoria perchè è un importante momento di confronto su temi che a Firenze sono radicati e sentiti. E perché i suoi contenuti contribuiscono a indirizzare le iniziative che stiamo sviluppando come Firenze Fiera, insieme alle nostre istituzioni pubbliche. Manifestazioni e nuovi formati, dedicati all’arte e alle sue relazioni con il pubblico e la città” il commento di Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.