Exemple

Ecosistemi Digitali fa il bis: al via il 1 dicembre alla Fortezza da Basso

Tags:

Al via la seconda edizione di Ecosistemi Digitali, l’evento che ha come scopo lo sviluppo di infrastrutture digitali per il turismo in Italia. Un settore sempre più strategico, quello del turismo on-line, che nell’estate 2017 ha visto aumentare del +19,3% gli internauti che hanno scelto il Bel Paese come meta turistica. L’evento, promosso dal MiBACT, MiSE e Regioni italiane, e sviluppato insieme alla Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, si inquadra nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 per arrivare alla definizione di una Carta comune che coinvolga gli attori istituzionali nella promozione della Destinazione Italia in rete.

Un settore in espansione che, come evidenziano i dati di Google Trends relativi all’estate 2017, ha visto impennarsi le ricerche in Rete relative alle mete turistiche del nostro Paese. In particolare, i Paesi che, online, hanno dimostrato il maggiore interesse per l’Italia sono Germania, Stati Uniti d’America, Regno Unito e Francia. I Paesi con una maggiore crescita di interesse sono invece: Argentina (+24%), Russia (+20%), Australia (+11%) e Spagna (+10%).

Un campo, quello del turismo digitale, nel quale secondo il Sottosegretario di Stato del MiSE Antonello Giacomelli l’Italia deve ambire al ruolo di protagonista: “La competizione digitale, che ha come premessa la connettività e lo sviluppo di servizi innovativi, sta rivoluzionando il nostro modo di vivere, di produrre, di pensare. L’Italia non è più fanalino di coda su questi temi, ma anzi si candida ad essere protagonista della nuova stagione digitale coniugando i progressi tecnologici al meglio della promozione del made in Italy”.

Per l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo, “Con Ecosistemi Digitali cerchiamo di mettere in piedi in modo stabile e istituzionalizzato un luogo di confronto tra operatori del settore ed Enti pubblici per confrontarsi sulle modifiche in atto nel veloce mondo del turismo e del Web. L’innovazione tecnologica e digitale ha rivoluzionato il modo di pensare e gestire un viaggio provocando cambiamenti irreversibili e spesso imprevisti sui quali è bene fare una riflessione con tutti i protagonisti, importante per chi come Ente pubblico deve legiferare o governare il fenomeno“.