Exemple

 Da martedì 20 a sabato 24 febbraio si svolge nella città di Hannover Fiera Didacta Germania, la più grande fiera del mondo dedicata all’istruzione e alla formazione.

All’evento sarà presente una delegazione del comitato organizzativo di Fiera Didacta Italia (unico spin off della fiera tedesca), formata dal Presidente Indire Giovanni Biondi, dall’assessora al turismo e fiere del Comune di Firenze Anna Paola Concia, da Leonardo Bassilichi presidente di Firenze Fiera e da rappresentanti del MIUR e di ITKAM. In fiera verranno rese note le novità della prossima edizione, in programma dal 18 al 20 ottobre 2018 sempre nei suggestivi spazi espositivi della Fortezza. Tra le principali tematiche in campo, i modelli didattici e il tema dell’utilizzo delle nuove tecnologie nei percorsi formativi che accompagneranno l’evoluzione del sistema scolastico.

“La presenza del comitato organizzatore italiano a Didacta Germania di Hannover, con uno stand realizzato anche con il contributo del Fse, dichiara l’assessora all’Istruzione della Regione Toscana Cristina Grieco, rappresenta un trampolino di lancio per la seconda edizione di Didacta Italia, che si terrà ad ottobre. Il pubblico tedesco, ma non solo, potrà approfondire la conoscenza delle nostre esperienze. La prima edizione italiana, a Firenze, ha raggiunto un ottimo risultato in termini di presenze e di soddisfazione per le buone pratiche. Oltre a consolidarci a livello nazionale, intendiamo divenire un punto di riferimento, su questi temi, per i Paesi dell’Europa meridionale”.

“Il partenariato con Didacta Germania è vincente, il commento di Anna Paola Concia, assessora a Fiere, congressi, marketing territoriale e turismo del Comune di Firenze. La loro è una fiera che esiste da 50 anni ma Didacta Italia già dalla sua prima edizione ha dimostrato di essere all’altezza della fiera tedesca. La nostra presenza lì con uno stand autorevole serve per promuovere Didacta Italia nel mondo e per stringere ancora di più la collaborazione con i colleghi tedeschi” .

La prima edizione di Fiera Didacta Italia – sottolinea il Presidente di Indire Giovanni Biondi – si è chiusa con un bilancio molto positivo. La grande affluenza registrata ai workshop e ai convegni ha significato che gli insegnanti e i dirigenti scolastici italiani sono interessati a rendersi attori protagonisti dell’innovazione. Didacta Italia deve diventare sempre più un evento internazionale di esposizione, ma anche un luogo ideale dove confrontarsi su tematiche come l’innovazione tecnologica, nuove prospettive per la formazione dei docenti e nuovi ambienti educativi in grado di passare dalla modalità trasmissiva ad una d’apprendimento che metta al centro lo studente. Questo è il momento fondamentale per promuovere il cambiamento nella scuola italiana e intraprendere il cammino dell’innovazione del modello educativo”.

Fiera Didacta Italia – dichiara Leonardo Bassilichi presidente di Firenze Fiera – rientra nelle nostre ambizioni di ospitare i grandi eventi nel campo della cultura e del progresso. Forti del successo della prima edizione, stiamo lavorando a fianco delle istituzioni e degli organi competenti nostri partner per rendere ancora più bella e competitiva la mostra, che rappresenta non solo un’opportunità di business per tante imprese del comparto scuola ma anche un appuntamento irrinunciabile per l’aggiornamento del corpo docente italiano oltreché un centro catalizzatore e stimolante per le comunità di ricerca e per lo sviluppo della cultura e delle eccellenze”.

 

Exemple

Venerdì 9 e sabato 10 febbraio al padiglione Spadolini della Fortezza da Basso  al via Buy Wine, la più importante kermesse sul vino toscano : 215 aziende vitinicole provenienti dai territori delle denominazioni regionali incontreranno 190 buyer provenienti da 39 paesi con in testa Stati Uniti, Canada, Cina, Danimarca, Corea del Sud e Brasile. Fra le new entry anche compratori da Azerbaijan, Colombia, Marocco, Libano, Perù e Thailandia. Soddisfazione per il ritorno, dopo alcuni anni di assenza, degli operatiori di Norvegia, Svizzera  e Ucraina.

Fra le aziende toscane, il maggior numero proviene da Siena (78) e da Firenze (59) ma sono rappresentati tutti i territori e ben 65 aziende vitinicole sono bio. Un successo di numeri che fa ben sperare su questa nuova edizione che, come negli anni passati, offre l’opportunità ai buyer di visitare 14 aree di produzione attraverso otto educational tour in programma domenica 11 e lunedì 12 febbraio.

Sabato 10 febbraio sarà la popstar Sting e la moglie Trudie Styler ad inaugurare Anteprime di Toscana 2018, evento organizzato, come Buy Wine, da Regione Toscana in collaborazione con PromoFirenze. Rflettori puntati sulle anteprime di 16 Consorzi toscani di tutela del vino.

Exemple

Cresce l’attesa per Immagine Italia & Co.n.11 la fiera promossa e organizzata dalla Camera di Commercio di Pistoia, dedicata all’anteprima di collezioni intimo-lingerie 2018-2019, ai nastri di partenza alla Fortezza da Basso dal 3 al 5 febbraio.

Si tratta dell’appuntamento annuale di riferimento per tutti gli operatori dell’underwear sia italiani che esteri ai quali viene riservato in esclusiva l’ingresso della fiera. 200 i brand partecipanti, fra i più prestigiosi del comparto, di cui 28 fra nuove presenze e graditi ritorni con un 35% di  partecipazioni dall’estero, a dimostrazione che anche questa edizione si consolida sempre più come prestigosa vetrina internazionale del comparto intimo-lingerie.

In programma tre appuntamenti al giorno con FASHION SHOW, le sfilate moda collettive ed individuali in  sintonia con le più attuali tendenze moda.

Nella tre giorni di fiera, attesi buyer italiani e provenienti da 13 paesi come Belgio, Bulgaria, Cipro, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Russia, Spagna, Ucraina, ecc. grazie ad un’intensa e proficua strategia di promozione e internazionalizzazione a cura della Camera di Commercio di Pistoia finalizzata ad incrementare la partecipazione di operatori dall’estero quali rappresentanti di boutique di lusso, grandi magazzini, negozi al dettaglio, negozi on-line, catene di negozi, agenti, distributori e importatori.

 

 

Exemple

Dal 24 al 26 gennaio va in scena alla Fortezza da Basso Pitti Filati n.82, l’anteprima mondiale primavera/estate 2019 delle collezioni di filati per maglieria,  un evento che accoglie il visitatore in un clima inconfondibile, sempre nuovo e ricco di proposte.  20.000 i metri quadrati espositivi, 112 i marchi in totale di cui 16 provenienti dall’estero, 23 gli espositori all’interno dell’area Fashion at Work di cui 6 stranieri; 13 gli espositori all’interno dell’area KnitClub.  Attesi più di 4.000 buyer da oltre 50 paesi (dati edizione gennaio 2017).

Pitti Filati punta tutto sulla ricerca, centro di tutte le espressioni legate alla creatività. Con un layout rinnovato la mostra presenta l’eccellenza della filatura su scala internazionale, per un pubblico di buyer provenienti da tutto il mondo e designer dei più importanti brand del fashion, che sbarcano a Firenze in cerca di suggestioni creative.

Fra i punti focali della mostra , Fashion at Work è lo spazio che riunisce espositori italiani e stranieri impegnati in consulenze stilistiche, progettazione punti e prototipi, stampa su maglieria, macchine per maglieria, bottoni e minuterie, ecc. mentre Moda Futuribile porta in fiera il tema della sostenibilità, un approfondimento dei parametri sostenibili su tutti gli ambiti tipici della filiera moda, con l’obiettivo di educare a una progettazione critica. In campo aziende che stanno crescendo in funzione de rispetto della sostenibilità, in linea con quanto espresso dal “Manifesto della sostenibilità per la moda italiana” promosso dalla Camera Nazionale della Moda Italiana e dai principi esposti dalla Onlus Plef -Planet Life Economy Foundation.

 

Exemple

540 collezioni di cui 315 provenienti dall’estero, più di 6.700 compratori e un totale di 10.000 visitatori all’ultima edizione invernale. Sono questi i numeri di partenza di Pitti Bimbo n.86, il salone di riferimento del lifestyle dei più piccoli sulle tracce della ricerca e trasversalità, in scena dal 18 al 20 gennaio alla Fortezza da Basso. La mostra continua a guardare alle nuove esigenze di mercato, declinando  le sue proposte secondo una geografia completa ed articolata, progettata per i più importanti concept store, per i department store, per le boutique e per i siti di e-commerce più autorevoli. Dagli stilisti e brand storici all’attitudine luxury di Apartment, dai nomi che hanno fatto dell’eco sostenibilità la propria bandiera di Ecoethic, fino alla dinamicità di Sport Generation e all’anima urban di Superstreet, dimensioni che trovano un inedito terreno di dialogo nella nuova sezione lanciata a questa edizione ACTIVELAB. E poi il mix fra ricerca e sperimentazione che rende unico KidzFizz, il lifestykle & il design pop di Fancy Room, la selezione di marchi indipendenti e ad alto tasso di internazionalità di The Next. E ancora gli Editorials con la loro proposta di accessori, oggetti, complementi di arredo e curiosità che in questa edizione vedono protagonisti la montagna e lo spazio.

Anche Pitti Bimbo avrà come tema Pitti Live Movie, il tema del cinema che unisce tutti e tre i saloni invernali 2018 di Pitti Immagine.

Fra le iniziative in città, riflettori puntati sulla mostra allestita nel cortile di Palazzo Strozzi intitolata Non fate i bravi, Le bambine e i bambini Benetton di Oliviero Toscani con gli scatti delle campagne più famose del celebre fotografo italiano.

Exemple

Benvenuti al Film Festival di Pitti Uomo n.93, dal 9 al 12 gennaio 2018 per le collezioni maschili dell’inverno 2019, per il red carpet dello stile contemporaneo di 1.230 marchi dei quali 541 provenienti dall’estero (il 44% del totale) con 227 tra nuovi nomi e rientri al salone, che occuperà più di 60.000 mq all’interno della Fortezza da Basso e in varie location prestigiose della città.

“Ogni edizione di Pitti Uomo è sempre un grande film sulla moda che ha per protagonisti marchi, aziende, buyers, giornalisti, influencer e visitatori da tutto il mondo”, ha dichiarato Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine che lancia il tema cinema e la nascita di un vero Movie theatres district in Fortezza, tra manifesti, blockbuster, film cult ed inediti e la rappresentazione sul Piazzale di un Palazzo del Cinema di Pitti Uomo. “Ci saranno poltrone e sale dove poter vedere 11 film prodotti da Pitti, come se si fosse su un set vero”, continua Poletto che racconta come Antonio Cristaudo, il responsabile dello scouting dei marchi al salone abbia ricevuto 600 proposte di ingresso che si sono alla fine trasformate in 100 partecipazioni in Fortezza, frutto di una ricerca costante e di intelligente sperimentazione. Da un padiglione all’altro delle 14 sezioni del salone ci sarà spazio per thriller e film d’avventura, d’azione e sportivi, con layout e direzione creativa di Sergio Colantuoni.

La mostra si apre all’insegna dell’ottimismo alla luce dei dati registrati dall’export della moda italiana, in crescita del 3% su tutti i mercati, con in testa Corea (+15%) e Cina (+16%); stabile Giappone e USA, in lieve ripresa l’Europa, specie Germania e Spagna e l’Italia (+1,3%).

Guest designer di questa edizione numero 93 di Pitti Uomo due stilisti giapponesi, amici e creativi illuminati di due diverse generazioni, Undercover di Jun Takahashi e Takahiromiyashitat The Soloist (foto sotto), che sfileranno alla Stazione Leopolda con due show uno dopo l’altro la sera dell’ 11 gennaio.

 

Exemple

Qualcuno lo chiama il “Re della Techno”, qualcun altro invece ha capito che il suo nome è sempre una garanzia e che non servono troppe parole per presentarlo, ne bastano due: Chris Liebing.

Il dj producer tedesco, che nel 2018 uscirà con il suo nuovo disco,  sarà il protagonista di Nextech Festival, nella sua versione più techno al Padiglione Cavaniglia. Originario di Francoforte, Chris Liebing inizia la sua carriera giovanissimo come dj resident in uno dei club più famosi di tutti gli anni ’90: l’Ohm club di Francoforte, il cui proprietario è stato per lunghissimo tempo (sino a chiusura) l’immortale Sven Vath. Chris si è distinto negli anni per carisma, professionalità e una tecnica innovativa e ricercata e ha saputo creare un linguaggio proprio in grado di rendere di massa le sonorità più crude e metalliche della fredda Germania. In seguito, all’inizio del nuovo millennio, inaugura la sua label,Clr recordings, su cui hanno avuto visibilità i più grandi dj dell’ultimo decennio (da Marco Carola a Steve Rachmad, a Speedy J). A livello di performing dal vivo, Chris Liebing ha suonato praticamente ovunque: festival come I love techno, Timewarp, Awekenings, Coachella, Sonar, Monegros, Exit festival.

In apertura il livornese Marco Effe, considerato uno dei più importanti talenti italiani. In pochissimo tempo, grazie alle sue produzioni discografiche sempre supportate e suonate dai migliori artisti della scena del clubbing mondiale, è riuscito ad affermarsi nel settore a livello internazionale. Nel 2007 inizia a comporre la propria musica e subito cresce in lui il desiderio di pubblicare la sua prima uscita che arriva nel novembre 2008 riscuotendo improvvisamente un grande successo. Da quel momento l’attività si intensifica ulteriormente e Marco ha l’opportunità di acquisire rapporti lavorativi con etichette discografiche di alto livello. Resident del Watergate club di Berlino dal 2014 con il suo esclusivo progetto IMPRESS in cui arte e musica si uniscono dando vita ad un nuovo concetto di evento che rispecchia a pieno la visione moderna della reale identità del clubbing, Marco espande la sua visione musicale anche a livello artistico-culturale.

 

 

Exemple

Al via la seconda edizione di Ecosistemi Digitali, l’evento che ha come scopo lo sviluppo di infrastrutture digitali per il turismo in Italia. Un settore sempre più strategico, quello del turismo on-line, che nell’estate 2017 ha visto aumentare del +19,3% gli internauti che hanno scelto il Bel Paese come meta turistica. L’evento, promosso dal MiBACT, MiSE e Regioni italiane, e sviluppato insieme alla Regione Toscana e Toscana Promozione Turistica, si inquadra nel Piano Strategico di Sviluppo del Turismo 2017-2022 per arrivare alla definizione di una Carta comune che coinvolga gli attori istituzionali nella promozione della Destinazione Italia in rete.

Un settore in espansione che, come evidenziano i dati di Google Trends relativi all’estate 2017, ha visto impennarsi le ricerche in Rete relative alle mete turistiche del nostro Paese. In particolare, i Paesi che, online, hanno dimostrato il maggiore interesse per l’Italia sono Germania, Stati Uniti d’America, Regno Unito e Francia. I Paesi con una maggiore crescita di interesse sono invece: Argentina (+24%), Russia (+20%), Australia (+11%) e Spagna (+10%).

Un campo, quello del turismo digitale, nel quale secondo il Sottosegretario di Stato del MiSE Antonello Giacomelli l’Italia deve ambire al ruolo di protagonista: “La competizione digitale, che ha come premessa la connettività e lo sviluppo di servizi innovativi, sta rivoluzionando il nostro modo di vivere, di produrre, di pensare. L’Italia non è più fanalino di coda su questi temi, ma anzi si candida ad essere protagonista della nuova stagione digitale coniugando i progressi tecnologici al meglio della promozione del made in Italy”.

Per l’Assessore al Turismo della Regione Toscana Stefano Ciuoffo, “Con Ecosistemi Digitali cerchiamo di mettere in piedi in modo stabile e istituzionalizzato un luogo di confronto tra operatori del settore ed Enti pubblici per confrontarsi sulle modifiche in atto nel veloce mondo del turismo e del Web. L’innovazione tecnologica e digitale ha rivoluzionato il modo di pensare e gestire un viaggio provocando cambiamenti irreversibili e spesso imprevisti sui quali è bene fare una riflessione con tutti i protagonisti, importante per chi come Ente pubblico deve legiferare o governare il fenomeno“.

Exemple

Al via la 10° edizione di BTO – Buy Tourism Online, la manifestazione leader del travel online, un mercato in costante crescita,  ai nastri di partenza alla Fortezza da Basso dal 29 al 30 novembre. 161 gli appuntamenti in programma fra incontri, dibattiti e workshop ospitati in quatto Hall – World, Serendipity, Focus, Gong! e tre Arene (Governance, Presentation, Innovation. Internet Security). Temi chiave delle quattro Hall, l’Asia come mercato emergente e le applicazioni dell’Intelligenza Artificiale in ambito travel.

Per la prima volta saliranno sul palco i rappresenanti di TUI Group, KLM, Costa Crociere e IBM che si uniranno alle conferme  come i colossi di Google, Facebook. Airbnb, Booking.com, Expedia, Trivago, TripAdvisor, Accor, Besrt Western, Keesy, Toscana Aeroporti, UNA Hotels, Travel Appeal, Future Bran ecc. Ai contenuti delle Hall si affiancheranno gli approfondimenti delle tre Arene dedicati allo scenario nazionale e ai nuovi progetti di promozione turistica regionale e interregionale; all’ecoturismo; alla domanda sempre più diffusa di autenticità da parte dei turisti, alle novità tecnologiche del travel rigorosamente made in Italy; al turismo accessibile, alle storie di buone pratiche in Italia e all’estero.

Non è un caso che dal 2008 questo importante appuntamento si svolga a Firenze, tenuto conto che la Regione Toscana si è affermata in questi anni  come regione guida in Italia sui temi del turismo digitale e dell’innovazione, leadership riconfermata anche dalla seconda edizione di Ecosistemi Digitali in programma sempre in Fortezza il 1 dicembre, e dal recente lancio del nuovo sito del turismo regionale www.visittuscany.com, novità assoluta nel panorama nazionale per concept e fruibilità dei contenuti.

Exemple

Si parte. Come già preannunciato nel mese scorso dal presidente di Firenze Fiera, Leonardo Bassilichi, il nuovo polo fieristico-congressuale fiorentino riparte dal Palaffari.

E’ da oggi disponibile, pubblicato sul sito di Firenze Fiera  (http://www.firenzefiera.it/profilo-azienda/bandi-e-gare/) l’avviso di indagine di mercato per l’affidamento del servizio di Project management per gli interventi di manutenzione straordinaria del Palazzo degli Affari. I soggetti interessati ed in possesso dei requisiti richiesti potranno fare richiesta per la partecipazione alla selezione nei termini e nei modi indicati nel suddetto avviso entro le ore 12,00 del 5/12/2017.

Prende così il via l’opera di ristrutturazione del Palazzo degli Affari con l’avvio delle procedure per il restyling completo dell’edificio progettato dall’architetto Pierluigi Spadolini ed inaugurato nel 1974: 4.000 metri quadri flessibili e modulabili dislocati su 5 piani, da sempre venue ideale per convegni, corsi di formazione, eventi di ogni tipo del settore Mice e fieristico.

“L’invito è rivolto a tutti – dichiara Bassilichi – Contiamo molto sul coinvolgimento e l’interesse di quanti, in città e sul territorio, vorranno impegnarsi a fianco nostro nella prima tappa di trasformazione e riqualificazione del quartiere fieristico-congressuale fiorentino. In questa fase ci dedicheremo, con tutte le nostre forze, a garantire la continuità a chi ha già calendarizzato il proprio evento nel palazzo, supportandolo nei vari step di progettazione e svolgimento dell’iniziativa”.

“Puntiamo a realizzare nuovi spazi funzionali di forte impatto visivo, sempre più green e supertecnologici, prosegue il presidente di Firenze Fiera, anticipando al Palaffari quelle soluzioni innovative che poi adotteremo in Fortezza. Un esempio? Gli ologrammi di cui l’edificio sarà dotato, che consentiranno ai nostri clienti di creare e proiettare immagini tridimensionali super sofisticate, amplificando la spettacolarizzazione dell’evento. Tecnologie d’avanguardia, di ultimissima generazione che saranno installate per la prima volta nel palazzo ristrutturato, un’opportunità da afferrare al volo che permetterà agli organizzatori di amplificare il raggio di azione dell’evento permettendo la partecipazione anche a quanti non potranno essere presenti fisicamente a Firenze”.