Exemple

Dal 10 all’11 novembre va in scena alla Fortezza da Basso Firenze Canapa, promossa e organizzata dall’Associazione Firenze Canapa. Si tratta di una news entry nel calendario fieristico fiorentino di forte appeal in quanto per la prima volta espongono in Fortezza produttori, aziende agricole, aziende tessili e manifatturiere che utilizzano la canapa come materia prima.

La fiera nasce con l’obiettivo di promuovere e incentivare la filiera della canapa made in Italy, che rappresenta uno dei settori più innovativi e interessanti dell’economia italiana. Fino agli anni cinquanta del secolo scorso l’Italia è stato infatti il terzo produttore mondiale di canapa.

Ad animare la manifestazione un ricco calendario di eventi, come i diversi incontri focalizzati sui temi più importanti del momento, a partire dell’ambito medico-scientifico: si discuterà infatti sull’uso ed i benefici della cannabis light in alcune patologie e si cercherà di dare informazioni puntuali e chiare su un prodotto che acquista sempre più mercato. Un altro incontro sarà dedicato alla cannabis light green economy, attualmente prodotta da 250 aziende ma con un potenziale infinito per i prossimi anni.

Si discuterà anche di ambiente e inquinamento: la canapa è infatti una coltivazione a impatto positivo, poiché assorbe più CO2 di quanto ne produce nel suo ciclo vitale. Inoltre la canapa ha proprietà fitodepurative andando ad assorbire residui inquinanti dal terreno e quindi risulta una materia prima utile per risolvere in parte il problema di alcune zone inquinate in Italia.

Exemple

La 83a Mostra Internazionale dell’Artigianato, alla Fortezza da Basso dal 24 aprile al 1 maggio 2019, cambia pelle e lancia la sua nuova piattaforma web, con una veste grafica completamente rinnovata. È on line il nuovo sito della mostra, più immediato e facile da usare, con una presentazione dei contenuti più chiara ed esaustiva e una navigazione più veloce.

Il restyling grafico e strutturale di mostraartigianato.it è il primo passo di un’edizione che annuncia la reinvenzione della prima fiera consumer in Italia sul ‘fatto a mano’. Caratterizzata da nuove sezioni, una più ricca e selezionata offerta di prodotti, un nuovo impianto espositivo, nuovi allestimenti, e da un ampio calendario di eventi nella Fortezza e in città.

Nel sito, l’organizzazione delle aree espositive, l’offerta di prodotti e servizi è più chiara e diretta. Già nella homepage si può consultare una mappa interattiva, arricchita in tempo reale, con l’elenco degli espositori e la pianta con l’assegnazione degli stand.

Più agile e immediato l’accesso per espositori e visitatori, con link per l’iscrizione e per l’acquisto del biglietto d’ingresso, con pochissimi e facili passaggi.

Focus sulle iniziative speciali e ampio spazio alla galleria fotografica e video, in modo da vivere, in presa diretta, i momenti più significativi della manifestazione, e ai profili social, con la possibilità di condividere i contenuti con altri utenti. La sezione News sarà costantemente aggiornata con interviste e approfondimenti.

Novità assoluta l’esperienza mobile che permetterà da quest’anno di accedere al sito da tutti i dispositivi.

Exemple

Nei primi dieci mesi del 2018, secondo i dati resi noti dal Comune di Firenze, in città i matrimoni sono aumentati del 17,4%, segno che c’è ancora tanta voglia di fiori d’arancio fra i fiorentini. Torna quindi a pieno diritto in città da mercoledì 31 ottobre a domenica 4 novembre la 26° edizione di Tutto Sposi, la mostra che alla Fortezza da Basso riunisce tutti i principali operatori del settore: oltre 100 espositori fra atelier di vestiti, agenzie di viaggio, fioristi, fotografi, gioiellerie, catering e ricevimenti, pasticcerie, ristoranti, agriturismi, noleggio auto, tipografie, wedding planner, agenzie musicali, wedding food truck, wedding handmade complements, mobilieri, arredamento e complementi d’arredo.

“Come ogni anno Tutto Sposi offre una panoramica completa del mondo del wedding, anticipando le nuove tendenze e facendo incontrare gli operatori del settore per creare nuovo business”, commentano gli organizzatori, Laora Macaj e Roberto Giustini. “Il programma di questa 26° edizione si arricchisce di nuove iniziative che aprono le porte ai giovani stilisti e che rilanciano la Toscana come location ideale per nozze d’oro”.

Da giovedì a domenica sfileranno gli abiti da sposa dei più qualificati atelier con le nuove collezioni 2019. In campo venerdì 2 novembre anche le creazioni dei giovani stilisti che sono stati chiamati a disegnare il loro abito seguendo il tema di quest’anno: “Le nozze di rosa”. Spazio anche al b2b (in calendario mercoledì e giovedì) con l’incontro  fra gli espositori e 20 wedding planner internazionali che operano con l’talia e la Toscana come destination wedding.

 

Exemple

Dal 25 al 28 ottobre va in scena alla Fortezza da Basso l’11° edizione di Florence Creativity,  la fiera della creatività e del fatto a mano che si rivolge a tutti coloro che amano creare, osservare, imparare e a chi vuole trascorrere piacevolmente un po’ del proprio tempo fra colori e bijoux, tessuti, filati, nastri, lane, ricamo e uncinetto e mille altre idee per realizzare pezzi unici e tanti regali personalizzati.

Una grande vetrina dove trovare ed acquistare i materiali più ricercati e innovativi (tessuti, filati, cucito creativo, bijoux, patchwork, ricamo e molto altro)  e dove apprendere nuove tecniche grazie anche al ricco calendario di corsi e dimostrazioni che saranno tenuti dagli stessi espositori. Grazie alla collaborazione e condivisione dei protagonisti del settore, le numerose visitatrici potranno apprendere, approfondire e in molti casi riscoprire la manualità e la propria creatività all’insegna della fantasia.

E si tratterà ancora una volta di un evento dinamico in cui le conoscenze e le esperienze dei professionisti verranno messe a disposizione di tutti, in uno spazio espositivo in grado di catturare la curiosità dei numerosissimi fan e appassionati della creatività e del divertimento.

Exemple

Si è chiusa alla Fortezza da Basso con un incremento del 23% dei biglietti venduti la seconda edizione di DIDACTA ITALIA. La fiera sulla formazione e sull’istruzione ha registrato 23.794 partecipanti ai 474 workshop, seminari ed eventi, metà dei quali sold out. Con oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione, più di 200 espositori italiani ed esteri, 130 giornalisti accreditati, la mostra si è confermata luogo di riferimento su scala nazionale per il lancio di nuove proposte per la scuola del futuro.

Un bilancio più che positivo anche on line. Gli accessi al sito di Didacta (+41% di visualizzazioni) dimostrano che la manifestazione ha suscitato interesse in tutta Italia (+ 108% da Milano, +100% da Bologna, + 30% da Roma). Sui social la copertura dei post sui principali account (Didacta e Indire) ha raggiunto oltre 100.000 persone (+23%), con interazioni cresciute del 40%.

“Per tre giorni la Fortezza da Basso si è trasformata in un grande e stimolante CAMPUS dove ciascuno ha fatto la sua parte (istituzioni, aziende e relatori) per la crescita ed il successo di questa seconda edizione”, ha dichiarato Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera. “La Fortezza dell’alta moda, dell’artigianato d’eccellenza, dei congressi internazionali è diventata la sede privilegiata in Italia per la scuola e la formazione. I numeri di chiusura – conclude Bassilichi – ci danno forza e credito per iniziare a lavorare da subito con tutti i nostri partner istituzionali e operatori di settore per la prossima edizione, che si svolgerà dal 10 al 12 ottobre 2019”.I

Didacta Italia– ha dichiarato Cristina Grieco, assessora all’istruzione, formazione e lavoro della Regione Toscana – rappresentava una sfida già l’anno scorso e avevamo già espresso una grande soddisfazione per gli esiti della prima edizione”. Quest’anno possiamo dire che questo evento non solo si è consolidato in numeri, partecipazione e qualità delle proposte – ha proseguito la Grieco – ma è anche diventato un appuntamento fisso importante di cui evidentemente se ne avvertiva la necessità. Un appuntamento per parlare di innovazione, didattica, educazione, formazione e di percorsi che avvicinano al mondo del lavoro. Quando si parla di educazione e di lavoro si parla di futuro. L’innovazione è necessaria per come il mondo del lavoro sta cambiando in modo sempre più veloce e quindi bisogna partire dalla scuola. Noi ci siamo in Toscana, a Firenze con un’azione importantissima e siamo sicuri che il successo di quest’anno sarà confermato ed amplificato anche in futuro”.

Didacta Italia è la rappresentazione plastica del motore che è la scuola nelle politiche di un paese, il commento della vicesindaca e assessora all’educazione Cristina Giachi. “Metterlo al centro, farla vivere negli interessi, nella quotidianità dei cittadini e delle cittadine significa realizzare una società fondata sulla conoscenza, sul sapere e sulla loro trasmissione”. “Questo – conclude la Giachi – è il nostro obiettivo, Didacta lo rappresenta e ci aiuta a perseguirlo”.

“Didacta 2018 si conclude con un bilancio assolutamente positivo – dichiara Giovanni Biondi, presidente di Indire – che conferma l’ottimo lavoro di squadra fatto insieme agli altri organizzatori. Il successo di una manifestazione come questa passa necessariamente dalla qualità degli interventi proposti. Lo dimostra il tutto esaurito registrato alle oltre 190 iniziative realizzate dal nostro Istituto. Eventi che hanno offerto l’opportunità ai docenti di partecipare attivamente e di sperimentare metodologie e approcci innovativi su diversi fronti della didattica”.

 

Exemple

Da giovedì 18 a sabato 20 ottobre la Fortezza da Basso ospita la seconda edizione di Fiera Didacta Italia, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia. Quest’anno la manifestazione sarà dedicata alla ‘signora delle stelle’ Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina scomparsa a Trieste il 29 giugno 2013. È stata la prima donna in Italia a dirigere un osservatorio astronomico e una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, che ha dato un importante contributo nella ricerca e nella divulgazione scientifica.

Si parte mercoledì 17 ottobre alle ore 18,30 al Teatro della Compagnia di via Cavour 50/r con il Concerto inaugurale a cura dell’Orchestra Erasmus, diretta dal maestro Elio Orciuolo. L’orchestra, nata nel 2017 in occasione dei 30 anni del Programma Erasmus, su iniziativa dell’Agenzia Nazionale Erasmus + Indire con l’obiettivo di promuovere i valori della Generazione Erasmus e dell’Europa, è formata da 50 giovani musicisti provenienti dai Conservatori e Istituti superiori di studi musicali da tutta Italia.

Nella giornata di apertura, giovedì 18 ottobre, è prevista la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che visiterà la Fiera e seguirà le attività svolte dagli studenti presso lo spazio espositivo del Miur al padiglione Cavaniglia dove si svolgeranno, all’interno di uno spazio interattivo, 50 fra workshop, seminari e master class a cura delle Direzioni Generali del Ministero su alcuni temi guida quali le eccellenze della scuola italiana, l’innovazione digitale e le buone pratiche didattiche.

La cerimonia inaugurale della mostra avrà inizio in Fortezza alle ore 9,30 nella Main Hall allestita al Teatrino Lorenese alla presenza del Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Salvatore Giuliano, e delle autorità locali.

Durante la tre giorni fiorentina si terranno numerosi convegni, sul Programma Erasmus+, eTwinning, sulle Avanguardie Educative, sulle Piccole Scuole e sugli Istituti Tecnici Superiori. Saranno inoltre presenti anche ricercatori delle Università di Harvard e di Princeton, con le quali l’Indire ha avviato una collaborazione scientifica in tema di innovazione didattica.

La manifestazione, inserita dal Miur fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, propone un programma scientifico organizzato da Indire, partner scientifico della Fiera e capofila del Comitato scientifico formato da Cnr, Istituto degli Innocenti, CRUI, Associazione Italiana Editori e Reggio Children.

Dopo il successo della prima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 20.000 visitatori e 4.000 docenti, la Fiera quest’anno è ancora più grande: oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, 200 espositori italiani ed esteri e 6.000 docenti già iscritti al programma scientifico; 474 eventi: 227 gestiti da Indire e 247 attività a cura di enti e aziende, con un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione.

È prevista, infine, la partecipazione anche di personalità del mondo della cultura, come il famoso paroliere Mogol, il sociologo, psicanalista e professore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Umberto Galimberti, il filologo e membro onorario dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini.

Fiera Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con MIUR, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) e di Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

 

 

 

Ufficio Stampa: Fiamma Domestici (Firenze Fiera) tel. 055/4972243 /cell.334 1446710

               Patrizia Centi (Indire) tel. 055/2380632/ cell.338 2502237

 

 

Exemple

 Dal 18 al 20 ottobre 2018 alla Fortezza da Basso si svolgerà la seconda edizione di Fiera Didacta Italia, l’appuntamento fieristico dedicato alla scuola rivolto a docenti, dirigenti scolastici, educatori, formatori, professionisti e imprenditori del settore scuola e tecnologia.

Quest’anno la manifestazione sarà dedicata alla ‘signora delle stelle’ Margherita Hack, la celebre astrofisica fiorentina scomparsa a Trieste il 29 giugno 2013. È stata la prima donna in Italia a dirigere un osservatorio astronomico e una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana, che ha dato un importante contributo nella ricerca e nella divulgazione scientifica.

L’apertura della Fiera sarà preceduta dal Concerto inaugurale del 17 ottobre, alle ore 18,30 (Teatro della Compagnia, via Cavour 50/r), a cura dell’Orchestra Erasmus, diretta dal maestro Elio Orciuolo. L’orchestra è formata da 50 giovani musicisti provenienti dai Conservatori e Istituti superiori di studi musicali da tutta Italia.

Nella giornata di apertura, giovedì 18 ottobre, è prevista la partecipazione del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Marco Bussetti, che visiterà la Fiera e seguirà le attività svolte dagli studenti presso lo spazio espositivo del Miur dove, in questa edizione della Fiera, si svolgeranno 50 fra workshop, seminari e momenti di formazione dedicati al personale della scuola.

La cerimonia inaugurale della mostra avrà inizio alle ore 9,30 nella Main Hall (Teatro Lorenese nella Fortezza da Basso), alla presenza del Sottosegretario del Ministero dell’Istruzione, Salvatore Giuliano, e delle autorità locali.

Durante la tre giorni fiorentina si terranno numerosi convegni, sul Programma Erasmus+, eTwinning, sulle Avanguardie Educative, sulle Piccole Scuole e sugli Istituti Tecnici Superiori. Saranno inoltre presenti anche ricercatori delle Università di Harvard e di Princeton, con le quali l’Indire ha avviato una collaborazione scientifica in tema di innovazione didattica.

La manifestazione, inserita dal Miur fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, propone un programma scientifico organizzato da Indire, partner scientifico della Fiera e capofila del Comitato scientifico formato da Cnr, Istituto degli Innocenti, CRUI, Associazione Italiana Editori e Reggio Children.

Dopo il successo della prima edizione, alla quale hanno partecipato oltre 20.000 visitatori e 4.000 docenti, la Fiera quest’anno è ancora più grande: oltre 31mila metri quadrati di spazi espositivi, 200 espositori italiani ed esteri e 6.000 docenti già iscritti al programma scientifico; 474 eventi: 227 gestiti da Indire e 247 attività a cura di enti e aziende, con un incremento di un terzo delle sale dedicate alla formazione.

È prevista, infine, la partecipazione anche di personalità del mondo della cultura, come il famoso paroliere Mogol, il sociologo, psicanalista e professore dell’Università Ca’ Foscari di Venezia, Umberto Galimberti, il filologo e membro onorario dell’Accademia della Crusca, Francesco Sabatini.

Fiera Didacta Italia è organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con MIUR, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, Camera di Commercio Italiana per la Germania (ITKAM) e di Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

 Info: http://fieradidacta.indire.it/

Exemple

Sono più di 350 e provengono da oltre 30 nazioni. Approdano alla Fortezza da Basso anche da paesi lontani come il Giappone, il Messico, l’Indonesia portando con sé il loro affascinante bagaglio di tradizioni culturali ed etniche diverse. Sono loro i protagonisti dell’11° edizione di Florence Tattoo Convention, l’evento annuale promosso e organizzato dall’Associazione Firenze Indelebile e patrocinato dal Comune di Firenze. In campo alcuni fra i protagonisti del panorama italiano come Stizzo, Marco Galdo, Antikorpo, Genziana, Andreoli, Gippi Rondinella e Fercioni. In evidenza anche i leggendari Hanky Panky e Bill Loika dall’Olanda e il giapponese Koji Yamaguchi.

Nell’area espositiva  da non perdere la sezione giapponese  con Matti Sandberg AKA Senju che dipinge Shunga originali, la collezione del Roma Tattoo Museum, le opere della galleria Parione 9, della mostra collettiva Stigmatize curata da Rossana Calbi  e dall’eclettico Anticorpo.

In programma anche conferenze, spettacoli e concerti come quello dei gruppo La Coka Nostra, collettivo libero di artisti nato dalle ceneri degli storici House of pain, che saranno introdotti da Dsa Commando, il dj set del grande Frankie hi-nrgmc e Marco Di Maggio trio.

Exemple

Per due giorni, dal 28 al 29 settembre, Firenze si è trasformata nella capitale internazionale della creatività. Grande successo per la prima edizione di RECLAME Creative Communication 2018, l’evento dedicato ai professionisti e agli aspiranti che operano nel settore della creatività, nato all’interno del progetto Firenze Fashion, diretto a sviluppare iniziative virtuose con ricadute positive sull’economia, la società e il paesaggio.

La manifestazione, patrocinata dai più importanti enti fiorentini e toscani, in collaborazione con restArte e Firenze Fiera, ha potuto contare su quasi 200 brand, oltre 50 allestimenti creativi ed originali, 30 relatori di alto profilo con un’affluenza di oltre 50.000 visitatori. In mostra  le opere di molti creativi come l’artista di graffiti e pittore Skim (direttore artistico dell’evento), l’illustratore muralista Egeon e Francesco Misseri, fondatore del mitico Studio K di Firenze, autore di molteplici campagne pubblicitarie del Carosello fra gli anni Cinquanta e Sessanta.

“Abbiamo investito oltre 200.000 euro e due anni di ricerca per dar vita a questo evento – dichiara soddisfatto Gregorio Salimbeni, ideatore dell’evento – perché crediamo che questa sia la strada giusta per dare la possibilità ad aziende e giovani di incontrarsi. Il successo e il grande entusiasmo registrati in questa prima edizione è stato tale che molti addetti ai lavori mi hanno già chiesto di dare un taglio internazionale alla seconda edizione, prevista a ottobre 2019″.

Exemple

Dopo il successo della prima edizione, con il tema dei ‘Ponti’ inteso come filo conduttore con al centro la parola e la lettura come chiave di comprensione ed incontro delle molteplici sfaccettature della realtà fra passato, presente e futuro, prende il via al  al padiglione Spadolini in Fortezza il Festival del libro di Firenze, la grande kermesse che vede gli editori protagonisti con un calendario ricco di eventi, incontri, show e concerti.

«Numerosi incontri, presentazioni ed eventi cercheranno di ridurre le distanze tra le persone, tra mondi culturali e letterari distanti, tra differenti forme di espressione e di comunicazione – spiega Paolo Cammilli, direttore del Festival – Con questo ambizioso progetto che, lo rivendichiamo con orgoglio, non si avvale di contributi pubblici, vorremmo offrire un luogo di incontro e di scambio, nel quale tutte le realtà culturali ed editoriali possano interagire con un ampio pubblico, condividendo idee e proposte per costruire così nuovi ponti da attraversare insieme».

Tanti gli ospiti tra i quali Alicia Gimenez Bartlett, Stefano Benni, Nanni Moretti, Diego De Silva, Vittorio Giardino, Giacomo Keison Bevilacqua, Sandrone Dazieri, Anna Maria Falchi, Leo Ortolani, Paolo Genovese, Antonio Manzini, Sio, Andrea Scanzi, Leonardo Gori, Sergio Staino, Sara Rattaro, Giuliano Scabia, Gianni Biondillo, Valentina D’Urbano, Federica Bosco, Anna Premoli, Claudio Marazzini, Paolo Crepet, Lorenza Indovina, Marco Vichi, Claudio Piersanti, Roberto Recchioni, Marcello Fois, Giampaolo Simi, Francesco Recami, Valerio Aiolli, Emiliano Gucci, Matteo Bussola, Vladimir Luxuria, Paola Barbato, Roberto Cotroneo.

Numerosi i reading, anche musicali, per permettere un approccio diverso alla lettura, tra cui quello di Nanni Moretti, reading spettacolo di due ore in programma sabato 29. Il regista leggerà Ginzburg e Parise ed alcuni estratti tratti dai “Sillabari” di Goffredo Parise e da “Caro Michele” di Natalia Ginzburg. Domenica 30 sarà la volta di Lorenza Indovina. In programma anche reading di poesia e di letteratura per l’infanzia, ben cinque al giorno, dei classici per ragazzi.

Un’ampia sezione sarà dedicata ai Comics  e al disegno grafico, con ospiti importanti tra cui Vittorio Giardino, Leo Ortolani, Magnasciutti, Tuono Pettinato, Caluri e Pagani, Roberto Recchioni, Sio, Tito Faraci, Giacomo Keison Bevilacqua, Andrea Plazi e molti altri, con appuntamenti e workshop sui tre giorni.

Ampio spazio sarà riservato alla musica: anteprima del festival con Stefano Bollani in piano solo il 26 settembre. Poi sarà la volta di Francesco Tricarico, Roberto Vecchioni, Francesco Motta, Leeroy Thornhill, Modena City Ramblers, Bud Spencer Blues Explosion, Dj Claptone e Ginevra di Marco. Al centro degli appuntamenti anche le illustrazioni e il fumetto, la filiera editoriale, la traduzione, la cucina, il viaggio, l’arte e la fotografia, con mostre legate al tema principale dei ‘Ponti’.

Infine tutti gli autori di libri inediti potranno partecipare alla ‘Borsa degli inediti’ un incontro gratuito con gli editori presenti al Festival. Venerdì 28 Settembre, dalle ore 14 alle ore 17.30 gli autori potranno presentare alle case editrici interessate la loro opera. Saranno accettati tutti i generi letterari, compresa, ovviamente, la poesia. Gli autori dovranno presentarsi con il manoscritto, brevi note biografiche e un’accurata sinossi, che verrà discussa con gli editori.