Exemple

Dal 22 al 24 gennaio alla Fortezza da Basso riflettori puntati su PITTI FILATI 86, la manifestazione internazionale di riferimento del settore dei filati per maglieria. Un appuntamento sempre nuovo e stimolante che riunisce l’eccellenza e la creatività della filatura su scala internazionale. Con un focus costante sulla ricerca e la sostenibilità. Pitti Filati è concept lab e piattaforma per tendenze, input e ispirazioni rivolta ai buyer e ai designer dei migliori fashion brand. Un mondo tutto da scoprire, in tutte le sue declinazioni, per una visione completa dei principali trend  delle novità delle prossime stagioni.

Al centro dell’edizione 86 l’anteprima mondiale primavera/estate 2021 delle collezioni di filati per maglieria.

In crescita SUSTAINABLE, l’area interamente dedicata alla sostenibilità e alle sue molteplici sfaccettature, concepita come uno spazio in cui domina l’attualità che si sviluppa dentro e attorno al Cavedio del Piano Inferiore del Padiglione Spadolini, un’occasione per conoscere prodotti e aziende che rispondono ai criteri ormai irrinunciabili dell’ecosostenibilità.

In concomitanza con Pitti Filati, VINTAGE SELECTION n.35 al padiglione Cavaniglia, il salone dfi abbigliamento, accessori e oggetti di design vintage. Il titolo di questa edizione, ispirato al tema dei saloni di Pitti, è Vintage Flagship e avrà come simbolo una bandiera patchwork, fatta dei tanti colori e fantasie di cui sono fatti gli abiti. Un’esperienza sorprendente di shopping e di intrattenimento, coinvolgente per espositori e pubblico.

Exemple

1203 marchi di cui 540 esteri su una superficie espositiva di 60.000 metri quadrati. Attesi circa 36.000 visitatori in totale fra i quali 9.100 buyer provenienti dall’estero, stando ai dati  registrati nell’edizione scorsa. Dodici le sezioni/tappe del percorso espositivo fra Pitti Uomo, Pop Up Stores, Fashion At Work, Futuro Maschile, Touch!, Urban Panorama, ecc. Questi i dati di partenza dell’edizione n.97 del salone sulle collezioni moda e lifestyle uomo per l’Autunno-Inverno 2020-2021, ai nastri di parteza da mercoledì 7 a venerdì 10 gennaio 2020.

La manifestazione porta in Fortezza e a Firenze i player più importanti del menswear e del lifestyle contemporanei. Una pluralità di voci che danno vita a momenti unici di scoperta e confronto. Un’esperienza sempre più sfaccettata, capace di svelare le tendenze della prossima stagione e al tempo stesso offrire input per capire, in anteprima, sfide e strategie del retail moda globale.

In un mondo fluido e veloce lo stile di Pitti Immagine si conferma la bussola indispensabile per orientare le scelte della fashion community globale. Leitmotiov dei saloni invernali 2020 è il tema delle bandiere, che sventolano nello scatto realizzato dal grande fotografo reporter Franco Pagetti .

Special guests di questa edizione Jil Sander e Stefano Pilati con la sua label indipendente “Random Identities”, uno dei più influenti designer della sua generazione.

Fra i progetti in mostra, Scandinavia Manifesto nella Sala del Rondino che porta in Fortezza una selezione speciale di collezioni e designer del Nord Europa e Japan Creativity Now, che mette sotto i riflettori la storia e il futuro della maglieria giapponese nell’area dedicata a TOKYO KNIT al Top Floor del Padiglione Centrale.

Exemple

Al via alla Fortezza da Basso da venerdì 6 a domenica 8 dicembre la settima edizione di Enogastronomica (che da quest’anno diventa un appuntamento annuale), la grande vetrina dell’enogastronomia italiana, a cura di Confesercenti Firenze in collaborazione con Cia Toscana Centro, Legacoop Toscana, Consorzio Vino Chianti e Fisar Firenze e con il contributo della Camera di Commercio di Firenze, rivolta non solo agli addetti ai lavori ma anche al grande pubblico di curiosi e appassionati.

Nella tre giorni di Enogastronomica, il piano attico del padiglione Spadolini ospiterà oltre 200 produttori, 9  chef stellati, 12 pizzaioli, in sale degustazione dove verranno illustrati alcuni dei vino più interessanti e prestigiosi del mondo enologico toscano. Ci sarà spazio anche per l’olio, con tasting a tema, e agli spirits made in Tuscany. Sarà inoltre anche un importante momento di contatto diretto tra le aziende e il consumatore finale, che avrà anche la possibilità di acquistare in tempo reale i prodotti preferiti. In programma anche  degustazioni guidate (a  cura di Leonardo Romanelli), masterclass e showcooking.

“Si tratta di una grande occasione per conoscere il top dell’enogastronomica del territorio. Come Confesercenti abbiamo sempre creduto che Firenze meritasse una iniziativa come questa, di grande richiamo e importanza turistica e commerciale” il commento di Claudio Bianchi, presidente Metropolitano Confesercenti Firenze.

 

c

Exemple

Un weekend all’insegna dell’artigianato artistico che ha fatto grande l’Italia: da giovedì 5 a sabato 7 dicembre alla Limonaia del Palazzo dei Congressi va in scena la mostra Di luce propria. Viaggio nell’Italia delle Arti e dei Mestieri, volta a far conoscere le cosiddette arti minori e l’importanza  di tramandare i saperi e le tradizioni delle botteghe artigiane.

L’esposizione, che ha cominciato il sui viaggio da Matera Capitale della Cultura 2019, promossa dall’Unione Nazionale Artistico e Tradizionale, è organizzata da CNA Toscana con il supporto di CNA Firenze, il patrocinio del Comune di Firenze ed è ospitata nei locali di Firenze Fiera.

“Gli artigiani e la loro arte in una mostra che esalta gli antichi mestieri, tramandati fino ai nostri giorni, sono una ricchezza da tutelare, promuovere e proteggere” – afferma l’assessore al Commercio e Attività Produttive del Comune di Firenze Federico Gianassi. “Questa mostra itinerante approda in una città, come la nostra, che dà grande valore alla maestrìa degli artigiani e alle eccellenze dell’artigianato”.

“Abbiamo accolto subito e con grande piacere la richiesta di CNA Toscana di ospitare una mostra che racchiude alcune delle eccellenze della produzione artigiana italiana – afferma Tamara Ermini, rappresentante CDA di Firenze Fiera – Ma non solo: è l’occasione per incontrare un gruppo selezionato di maestri, in attesa della proassima edizione di MIDA, ancora più ricca di artigiani e di prodotti di eccellenza Made in Italy”.  

“La mostra esalta il valore dei nostri artigiani attraverso opere capaci di rappresentare loro stessi, il loro mestiere, la loro produzione – spiega Sandra Pelli Giusti, Presidente CNA Artistico e Tradizionale della Toscana. Ed è anche l’occasione per fare una riflessione sul futuro di questo settore attraverso un confronto con esperti che conoscono tutte le potenzialità e le problematiche dell’artigianato artistico”.

Exemple

Sono più di 3.000 i medici riuniti in Fortezza dal 28 al 30 novembre per il 36° Congresso della Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie all’interno del quale verranno affrontati e discusse le varie problematiche legate alle principali patologie croniche e alla salute degli italiani.

Per il primo anno SIMG mette in campo SIMGLab, la prima Scuola di Medicina Pratica di proprietà di una società scientifica, che prevede l’uso di strumenti di simulazione per l’apprendimento di numerose procedure pratiche, dalla diagnostica ecografica ed ecocardiografica, alle infiltrazioni articolari fino all’esame dermoscopico per individuare le più comuni lesioni cutanee.

“Il sistema sanitario deve rivedere la presa in carico dei pazienti, integrando nel territorio la diagnostica di primo livello” dichiara il presidente del congresso Claudio Cricelli. “Così è possibile  ampliare l’offerta assistenziale con grandi risparmi economici per il sistema e per i pazienti, che non dovranno farsi carico di lunghi spostamenti per esami che possono essere eseguiti dal medico di famiglia. Inoltre saranno ridotte le liste d’attesa per questi esami. Basta pensare che buona parte delle patologie cardiache e vascolari di medio livello è diagnosticabile grazie a strumenti presenti nella Scuola di Medicina Pratica. Si tratta di uno straordinario arricchimento del servizio sanitario nazionale”.

 

Exemple

Informiamo i nostri clienti, fornitori, dipendenti e collaboratori che nei giorni scorsi è avvenuto un attacco malware ai sistemi informativi di Firenze Fiera. L’attacco di particolare complessità sta rendendo momentaneamente indisponibili i nostri servizi informatici, ivi inclusi i servizi informatici che trattano dati personali riferibili ai nostri clienti, fornitori, dipendenti e collaboratori.

Sono in corso attività di eradicazione e bonifica della minaccia e di rispristino delle normali funzionalità dei nostri sistemi informativi.

Al momento non vi sono evidenze di perdita di integrità e confidenzialità dei dati personali trattati attraverso i nostri sistemi informativi.

A fronte di tale attacco malware, Firenze Fiera sta ponendo in essere tutte le iniziative volte a garantire una maggiore sicurezza della propria infrastruttura tecnologica al fine di prevenire il ripetersi di situazioni simili, segnalando altresì l’accaduto all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali.

La direzione di Firenze Fiera comunica tuttavia che l’attacco non ha avuto alcuna ricaduta negativa nei confronti degli eventi in corso, che si stanno svolgendo regolarmente all’interno del quartiere.

Ci scusiamo per il disagio arrecato.

 

Per contattare i nostri uffici:

chiamare al numero 055 49721

oppure inviare una mail a:

commercialecongressi@gmail.com

info.firenzefiera@gmail.com

firenzefieraspa@pec.it

Exemple

Torna alla Fortezza da Basso il consueto appuntamento con il Florence Tattoo Convention, l’evento annuale atteso a Firenze da giovani e meno giovani, tatuati e non ma sempre incuriositi da quella che ormai è a pieno titolo una espressione d’arte. L’evento nasce nel 2008 dall’idea di Giacomo Del Sala, Lorenzo Provvedi e Luca Lazzerini, esperti di tatuaggi e piercing e intenti a realizzare un grande evento in sicurezza. Lo scopo è divulgare l’importanza delle norme igienico-sanitarie in tema di tattoo e piercing, promuovere la cultura storico-artistica del tatuaggio, valorizzare il lavoro del tatuatore, creare e mantenere contatti.

Sono moltissimi i tatuatori che parteciperanno alla convention. Molti gli italiani ma anche i professionisti provenienti dall’Europa e dal mondo. Il pubblico potrà così scoprire le tante e diverse tecniche dell’arte del tatuaggio. Non solo la tipica macchinetta ma anche strumenti per noi inusuali come la bacchetta. Tra i tatuatori che hanno adottato tale tecnica: Ajarn Matthieu, Akarn Rung, Alex Ciliegia, Colin Dale, Durga Tattoo, El.Dot, Elle Mana-Festin, Jaz, Jona Tatuaggi Lauretani, Just Sofie, Kila, Kensho II, Leticia La Bruja, Nativos da Terra, Piki Tattoo, Proste, Ryugen, Samuel Olman, Sean Vasquez. Tra i piercer invece: Antarctic Body Piercing, Diego Hmt, Doc Fuser, G-Tano Piercer, Mr. Canale, Patriciapiercing, Stefano Panzera.

Oltre alla possibilità di tatuarsi, i visitatori potranno conoscere da vicino i protagonisti del settore: la manifestazione prevede come ogni anno incontri, concerti, mostre e spettacolari performance.

Exemple

Ritorna alla Fortezza da Basso TUTTO SPOSI, la più importante fiera dell’Italia centro-settentrionale del weeding, la manifestazione che da oltre 25 anni si conferma come una vetrina privilegiata per le aziende del comparto oltre che un appuntamento da non perdere per tante coppie che stanno progettando le proprie nozze.

Saranno oltre 100 gli espositori del settore weeding provenienti da tutta la Toscana: atelier di abiti per lo sposa e la sposa, agenzie di viaggio, fioristi, fotografi, gioiellerie, catering e ricevimento, pasticcerie, ristoranti, agriturismi, noleggio auto, tipografie, weeding planner, agenzie musicali e musicisti.

In programma anche le sfilate dei principali Atelier, il concorso di bellezza “Un volto da modella” per scegliere la testimonial dell’edizione 2020 della manifestazione, il concorso dedicato ai giovani stilisti emergenti, due kermese a premi rivolte ai futuri sposi. Il primo concorso rivolto agli sposi premierà, con un servizio fotografico personalizzato della durata di 5 ore, la proposta di matrimonio più originale. Il vincitore del secondo concorso, intitolato “Insieme io e te funzioniamo perché ….” (in palio un abito da sposa) dovrà racchiudere in una frase il motivo riconosciuto più bello ed originale per cui una coppia funziona.

 

Exemple

Sono stati oltre 25.000 le presenze alla mostra e agli eventi formativi della terza edizione di DIDACTA ITALIA, che si è svolta dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso di Firenze. La fiera si conferma l’appuntamento di riferimento per parlare di innovazione nel mondo della scuola.

La mostra ha chiuso con 16.712 ore di formazione certificata erogata ai docenti, 762 eventi totali, 12.036 prenotazioni ricevute on line pre-evento, oltre 200 espositori su 31mila metriquadri e 160  giornalisti accreditati.  Bilancio molto positivo anche per la presenza online. Solo nei tre giorni di fiera sono stati oltre 20mila gli utenti che, in crescita del 33% rispetto all’edizione 2018, hanno visitato il sito web della manifestazione da tutta Italia: +135% da Torino, +108% da Napoli, +57% da Bologna e +43% da Milano. Sui social media la copertura dei post solo sugli account ufficiali di Fiera Didacta e Indire ha superato i 270mila utenti, triplicando il numero dell’anno scorso.

“Alla terza edizione i numeri confermano che Fiera Didacta è ormai il punto di riferimento per la scuola. Di fatto, siamo un servizio pubblico perché gli insegnanti possono accedere a una formazione gratuita di altissimo livello, anche grazie alle istituzioni che ci hanno creduto e alle oltre 200 imprese che hanno mostrato come la scuola del futuro sia già una realtà. Per questo stiamo già lavorando all’edizione del 2020 che si svolgerà dal 28 al 30 ottobre confermando Firenze e la Fortezza da Basso al centro dei percorsi educativi della scuola del nostro Paese”, ha detto Leonardo Bassilichi, presidente di Firenze Fiera.

“La terza edizione di Didacta – dichiara il Presidente di Indire, Giovanni Biondi – si conclude con un bilancio molto positivo in termini di partecipazione e di iniziative proposte. Con la scuola del futuro abbiamo costruito un modello di scuola che non fosse solo raccontato, ma potesse essere vissuto e sperimentato in prima persona dai docenti e dai dirigenti scolastici. La grande attenzione ricevuta dal mondo politico, da gran parte della stampa nazionale e anche dai media internazionali, come la BBC, ci fa capire che la strada intrapresa è quella giusta affinché l’innovazione diventi un tema centrale di discussione per un reale cambiamento nella scuola italiana”.

Ottimo il gradimento che i partecipanti hanno espresso nell’app di Fiera Didacta con l’87%  di massima soddisfazione. Particolarmente apprezzati gli eventi e le aree espositive dedicate all’innovazione tecnologica.

Exemple

Firenze, 3 ottobre 2019 – E’ stata presentata stamani a Palazzo Strozzi Sacrati la 3^ edizione di DIDACTA ITALIA, dal 9 all’11 ottobre alla Fortezza da Basso

La manifestazione, dedicata a Leonardo nel quinto centenario della sua morte e inserita dal Ministero dell’Istruzione fra gli eventi previsti dal piano pluriennale di formazione dei docenti, è organizzata da Firenze Fiera con il coordinamento scientifico di Indire, e con un comitato organizzatore composto da Miur, Regione Toscana, Comune di Firenze, Camera di Commercio di Firenze, Unioncamere, Didacta International, ITKAM e Destination Florence Convention & Visitors Bureau.

La cerimonia di apertura alla presenza del Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Lorenzo Fioramonti, è fissata per mercoledì 9 ottobre alle ore 9,30 alla Fortezza da Basso (Padiglione Cavaniglia) , mentre martedì 8 ottobre alle ore 19 si svolgerà la serata inaugurale  nel Salone de’ Cinquecento in Palazzo Vecchio con il Concerto dell’Orchestra Erasmus.  

Novità assoluta dell’edizione 2019 è l’iniziativa “SCUOLA=FUTURO: Ex machina. Spazi di apprendimento ed esperienze didattiche per la scuola del futuro”, con riferimento a Leonardo da Vinci. Nel padiglione de “Le Ghiaie”, su una superficie di oltre mille metri quadrati, Indire allestirà due ambienti: uno riservato alla Scuola secondaria e l’altro alla Scuola primaria.

Durante la tre giorni di Didacta Italia, oltre alle attività formative, i partecipanti potranno visitare la ricca sezione espositiva che occupa 5 padiglioni espositivi su una superficie totale di 31.000 metri quadri. Sono oltre 200 le aziende presenti (main sponsor Samsung – MR Digital), per un’offerta completa di tutte le novità del settore scuola, con le più sofisticate proposte della tecnologia e della robotica, gli arredi scolastici, l’editoria, la cancelleria, i giochi didattici, la formazione, i viaggi studio, la formazione linguistica e l’educazione musicale.

L’edizione 2019 punterà inoltre su nuove sezioni espositive, come la meccatronica (scienza che studia l’integrazione della meccanica con l’elettronica e l’informatica) e la sostenibilità. Per la prima volta a Didacta Italia verrà allestita un’AREA GREEN nella quale, attraverso incontri e presentazioni di progetti e materiali di aziende, si cercherà di rafforzare il rapporto fra il mondo della scuola e dei soggetti, tra cui le imprese, che già praticano processi di sostenibilità per promuovere una società sempre più green fin dall’età scolastica. Ampio spazio verrà inoltre dedicato anche alle Startup e all’innovazione, con vari contributi fra i quali quello dell’Università di Firenze.

“Solo costruendo filiere della formazione all’avanguardia e coerenti con le esigenze di docenti, studenti e coinvolgendo il mondo produttivo è possibile ambire a costruire una scuola che elevi la qualità formativa, puntando su esigenze come innovazione e ambiente – ha dichiarato Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera –. Organizzare alla Fortezza da Basso di Firenze da tre anni Fiera Didacta significa voler investire su questo settore non tanto per incrementare un business ma per contribuire a migliorare la formazione nel Paese e trasformare Firenze nella capitale della scuola del futuro”.

Per iscrizioni e informazioni:   fieradidacta.it – didacta@firenzefiera.it