Exemple

Firenze Fiera al lavoro per il piano di ripartenza in sicurezza degli eventi

Tags:

Firenze, 13 maggio 2020. In attesa di un Protocollo ufficiale contenente le linee guida del Governo per la riapertura dei quartieri fieristico-congressuali, Firenze Fiera si sta attrezzando per trovarsi pronta al momento della ripresa degli eventi.

Già approntate quelle regole base che saranno messe in campo con la riapertura delle strutture: dal controllo sanitario agli ingressi al distanziamento sociale, dall’utilizzo di DPI (Dispositivi di Protezione Individuali), alla pulizia e sanificazione di tutti gli spazi. Per il controllo della normativa di sicurezza e dei protocolli da essa derivanti, è stata istituita una Task Force composta da un team multidisciplinare formato da medici esperti in igiene e rischio biologico, legali per la verifica costante delle evoluzioni normative, rappresentanti della fiera esperti nella gestione degli eventi e del sito.

In attesa che, superata l’emergenza sanitaria, le strutture del polo fieristico-congressuale fiorentino ritornino ad essere, in uno scenario completamente rinnovato, una delle location più belle e attrattive in Italia per lo svolgimento di fiere e congressi on site grazie a spazi unici, emozionali e tecnologicamente all’avanguardia, lo staff di Firenze Fiera ha proceduto alla ricollocazione in sicurezza degli eventi in calendario in questi mesi, molti dei quali già riposizionati nel secondo semestre dell’anno.

Come Pitti Immagine Uomo n.98, ai nastri di partenza dal 2 al 4 settembre e Pitti Immagine Bimbo n.90 in programma dal 9 al 10 settembre, mentre MIDA – 84° Mostra Internazionale dell’Artigianato si svolgerà dal 16 al 20 dicembre 2020.

Per quello che riguarda i congressi medico-scientifici, fissate le nuove date del 94^ Congresso SIDEMAST (Società Italiana di Dermatologia medica): dal 3 al 6 novembre alla Fortezza da Basso. Nella stessa sede dal 2 al 5 dicembre 2020 si svolgerà il 19th Gynecological Endocrinology World Congress 2020.

In attesa della fase 2 è stata allestita  al Palazzo dei Congressi una VIRTUAL MEETING ROOM (che resterà attiva anche dopo l’uscita dall’emergenza), un vero e proprio’ studio televisivo’ collegato a un potente servizio di streaming, che permette la registrazione (con telecamere professionali) e la trasmissione in alta qualità degli interventi dei relatori e dei contenuti multimediali a una platea di utenti collegati in remoto da pc, tablet o smartphone in tutto il mondo.

Allo studio nuovi format versatili e adattabili, altamente tecnologici e funzionali ai nuovi scenari del settore fieristico-congressuale che si verranno a delineare post pandemia, specie in un primo momento nel quale l’evento ‘dal vivo’ dovrà necessariamente essere integrato con tutte le potenzialità e ‘performance’ offerte dal digitale. Allo studio anche l’introduzione di stand virtuali, che affiancheranno quelli ‘reali’ e che potranno essere utilizzati nei prossimi mesi soprattutto da buyer ed operatori esteri per eventi BTB e congressi internazionali.

Secondo gli ultimi dati forniti da FEDERCONGRESSI&EVENTI, il settore degli eventi produce un impatto diretto sul PIL di ben 36,2 miliardi di euro/anno e conta 569mila addetti. 500.000 sono in totale gli eventi nazionali ed internazionali che si svolgono ogni anno in Italia con 30 milioni di partecipanti, molti dei quali con un alto valore aggiunto di contenuti e relazioni istituzionali, scientifiche ed economiche. Determinante anche l’impatto indiretto per il ruolo fondamentale a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese italiane (fiere), dei territori e della formazione (congressi).