Exemple

Firenze premia i suoi Ambasciatori. Nel Salone dei 500 premiati 50 rappresentanti del mondo accademico e corporate

Tags: ,

Nell’ambito del progetto Florence Academic Leader Programme (FALP), promosso dal Firenze Convention and Visitors Bureau insieme a Firenze Fiera, nel Salone dei 500 giovedì 2 febbraio sono state premiate 50 personalità del mondo accademico e del corporate fiorentino per il loro ruolo di ambasciatori della città nel mondo. L’evento, giunto alla sua seconda edizione, ha coinvolto per la prima volta anche il mondo delle aziende e delle convention, oltre a quello dei congressi scientifici che già erano stati premiati nel 2015. Il progetto FALP è stato creato con l’obiettivo di aumentare la visibilità della città insieme a quella delle realtà scientifiche e aziendali locali. Essere ambasciatore del territorio significa assumere il ruolo di interlocutore privilegiato nel tessuto cittadino che lavora per favorire l’acquisizione di eventi di qualità e dall’alto valore scientifico che garantiscono un impatto economico importante sulla città. Presenti in Palazzo Vecchio oltre 50 rappresentanti del mondo accademico ed alcune tra le principali aziende fiorentine ai quali è stato consegnato dall’Assessore al Turismo del Comune di Firenze, Giovanni Bettarini, un riconoscimento da parte della città di Firenze.

Soddisfazione da parte dei premiati, come il Prof. Guglielmo Tino dell’Università di Firenze, che porterà nell’aprile 2019 al Palazzo dei Congressi e al Palazzo degli Affari il Congresso europeo di fisica atomica (ECAMP), e il Prof.Giuseppe Scanu  Presidente dell’Associazione Italiana di Cartografia con il quale è stata vinta la candidatura del Congresso Mondiale di Cartografia (ICC 2021), in programma alla Fortezza da Basso nel luglio 2021 con oltre 1.500 ricercatori da tutto il mondo.

L’importanza del lavoro di candidatura della città per l’acquisizione di eventi, anche grazie proprio al ruolo degli ambasciatori, è ormai nota nel mondo del turismo e molto cara all’amministrazione fiorentina. I benefici di questa attività sono infatti l’impatto economico prodotto dalla spesa per l’organizzazione e la partecipazione ai meeting, la creazione di nuovi posti di lavoro ma soprattutto la destagionalizzazione delle attività turistiche. La spesa media del congressista rispetto ad altre motivazioni di viaggio è infatti stimata da 2 a 3 volte la spesa del turista per vacanza.

L’evento di premiazione degli Ambasciatori è stato organizzato da Firenze Fiera e da Firenze Convention and Visitors Bureau che è il partner ufficiale del Comune di Firenze per la promozione di Firenze nel mondo come destinazione per eventi e congressi.