Exemple

Il Beachwear in passerella, dal 20 al 22 luglio alla Fortezza da Basso

Tags:

Ritorna alla Fortezza da Basso dal 20 al 22 luglio Maredamare, il salone italiano del beachwear, alla sua dodicesima edizione. Protagoniste le collezioni per l’estate 2020 presentate in anteprima da 250 marchi specializzati, di cui 60 nuove entrate, su una superficie espositiva di 12mila metri quadrati, con la partecipazione di alcuni dei più importanti  brand internazionali e di piccoli e innovativi atelier di ricerca. Una proposta completa e qualificata che ogni anno rende irrinunciabile questo appuntamento per addetti ai lavori e per i buyer dell’intero comparto moda internazionale.

In agenda workshop formativi, presentazioni dedicate e un calendario sfilate  con fashion show collettivi, personali, anticipazioni tendenze 2021 con MarediModa e spazio ai giovani stilisti del concorso The Link. Anche per questa edizione si rinnova la collaborazione tra Maredamare e Nilit Fibers con una sfilata dedicata che segna il debutto della collezione sperimentale Sweet Sour progettata da Isabella Storani e realizzata con tessuti realizzati con Sensil. Inoltre quest’anno Maredamare ospita una esposizione di scatti artistici subacquei di grande impatto grazie alla partnership con la pubblicaIone internazionale Image in Progress

“Tra le novità che mi stanno più a cuore – sottolinea Alessandro Legnaioli, presidente di Maredamare – ce n’è una a cui tengo molto ovvero il progetto Fortezza 9/24, una iniziativa che sono sicuro saprà coinvolgere anche i più distratti. Si tratta di “svelare al pubblico” la Fortezza da Basso, un luogo carico di fascino che in pochi conoscono a fondo. Le sue stanze segrete, la parte monumentale, gli accessi privati, le torrette con vista e i passaggi nascosti. Al termine delle giornate di lavoro, queste splendide e nascoste aree si animeranno, si accenderanno e sapranno consegnare al pubblico la propria intimità più antica. A partire dalle ore 18.30 quindi il pubblico potrà scoprire attraverso eventi, incontri e party i tratti più intimi di un luogo incantato”.