Exemple

E’ la più grande iniziativa commerciale per il settore vitinicolo in Toscana, un appuntamento al quale partecipano buyers da 40 paesi, un’occasione ghiotta per le 215 aziende partecipanti per allargare i propri mercati e stabilire nuove rotte commerciali. Le presenze di questa edizione sono cresciute del 6% e le new entry valgano il 64% del totale grazie alla presenza di nuovi paesi come Filippine, Macao, Albania, Malesia, che si affacciano al BuyWine per la prima volta. L’evento è promosso ed organizzato da PromoFirenze in collaborazione con la Regione Toscana.

“Ci sono grandi possibilità di sviluppo – dichiara Marco Remaschi, assessore regionale all’agricoltura – L’edizione  del 2018 ha confermato che nell’86% dei casi si aprono delle trattative e che molti contatti si trasformano poi in contratti. Valorizzare le nostre produzioni vuol dire valorizzare anche la Toscana e abbiamo ancora uno spazio di crescita”.

In contemporanea con BuyWine sabato partiranno anche le Anteprime di Toscana (9-16 febbraio), settimana di eventi durante i quali i Consorzi di tutela delle principali denominaziomi presentano le nuove annate e guidano giornalisti e operatori alla scoperta dei loro territori.

Exemple

Firenze può confermare dati positivi anche per il 2018: sono infatti 137 i congressi, convegni ed eventi corporate nazionali e internazionali che si sono tenuti lo scorso anno  presso gli spazi di Firenze Fiera, che dimostra un andamento costante del MICE tourism. Il fatturato è pari a 6.166.212 euro, con una crescita del +5.24% rispetto al 2017. La città di Firenze è tra le mete più attrattive a livello internazionale ed è stata inserita le prime cinque destinazioni italiane richieste per congressi ed eventi “corporate”.

Nel 2017 si è ridotto il peso degli eventi internazionali che hanno ottenuto una minore percentuale di partecipanti sul totale, specialmente negli spazi non convenzionali. Firenze però
continua ad attrarre il 13,3% di eventi internazionali con il 21,9% di partecipanti stranieri; rimangono forti gli eventi nazionali sul territorio (49,0%) con il 41,5% di partecipanti (*dati OICE 2017). Leonardo Bassilichi, Presidente di Firenze Fiera Congress & Exhibition Center, conferma l’andamento della destinazione «Questi risultati sono un’ulteriore conferma dell’importanza dell’offerta del polo congressuale fiorentino per lo svolgimento dei più importanti congressi nazionali ed internazionali. Il nostro centro congressi esprime già grandi potenzialità che andranno solo a migliorare e con lo sviluppo dell’Aeroporto di Peretola la nostra città potrà essere considerata un’eccellenza a livello internazionale».

Infatti, a novembre 2018 la destinazione ha ospitato per il terzo anno consecutivo
WorldVentures, la convention annuale di una delle più grandi aziende di marketing, specializzata in viaggi e turismo, che ha raccolto oltre 6000 partecipanti provenienti da tutto il mondo. Un’altra candidatura confermata nel 2018 è stata quella di Heart Failure, uno dei più importanti congressi internazionali nell’ambito della cardiologia, che si terrà nel 2021 alla Fortezza da Basso. Firenze ha giocato un ruolo importante per la prima edizione fiorentina; nel 2016 il congresso ha avuto il record di presenze, raggiungendo i 5000 partecipanti.

Centinaia sono state anche le richieste lavorate dal
Destination Florence Convention and Visitors Bureau: nel 2018 ne ha gestite oltre 300 di varia natura, con oltre 130 eventi confermati tra convention, eventi corporate, congressi e servizi sul territorio, ecc. «Siamo soddisfatti del lavoro svolto con Firenze Fiera Congress & Exhibition Center, i nostri partner e le Istituzioni locali», afferma Italo Amedeo Romano, Presidente del Destination Florence CVB. «Ogni processo di candidatura prevede un forte supporto da parte dei principali player del territorio insieme all’intervento dei professori e ambassador locali; per questa ragione il Comune di Firenze ha deciso di premiare le personalità del mondo accademico e professionale con il riconoscimento formale del Florence Ambassador Award in Palazzo Vecchio». Il turismo business è pertanto una fonte di ricchezza per l’economia della destinazione e un fondamentale volano per l’economia locale, rappresentando così un valore aggiunto per lo sviluppo del turismo di qualità di cui Firenze necessita. A favorire questo mercato, sarà il ritorno di Duco Travel Summit, dal 1 al 5 aprile 2019. Il workshop itinerante è infatti dedicato ai travel advisor di lusso provenienti principalmente da Stati Uniti, Canada, Regno Unito, Australia e Nuova Zelanda. Anche per questa seconda edizione fiorentina, Destination Florence CVB sarà Host Destination Partne dell’evento, supportando così gli organizzatori nelle relazioni con le istituzioni del territorio. «Un settore sempre più importante per Firenze perché legato a un turismo di qualità» ha detto l’assessore al Turismo Cecilia Del Re. «Un’opportunità per governare i flussi mettendo insieme tutte le forze presenti sul territorio. Per questo stiamo agendo su due fronti: da un lato, creando una squadra tra soggetti pubblici e privati in grado di proporre azioni mirate e coordinate; dall’altro aumentando l’investimento necessario su questo settore. Vogliamo una città aperta e funzionale a ospitare grandi convegni, anche internazionali, perché Firenze sia sempre di più luogo di incontro e confronto tra saperi”.

Exemple

Torna l’appuntamento annuale con Telefisco, il convegno de L’esperto risponde – Il Sole 24 Ore dedicato alle novità fiscali della manovra finanziaria, in programma all’Auditorium del Palazzo dei Congressi giovedì 31 gennaio.

Il programma del convegno prevede la diretta delle 14  relazioni di altrettanti autori del Sole 24 Ore su tutti i temi di attualità fiscale più importanti, dalla pace fiscale alla fatturazione elettronica, dall’estensione del regime forfettario ale modifiche  al reddito di impresa (riporto delle perdite, eliminazione dell’Ace, ammortamenti maggiorati). Alle relazioni si aggiungerà un talk show iniziale cui prenderanno parte, fra gli altri, il direttore de Il Sole 24 ore, Fabio Tamburini, il direttore dell’Agenzia delle Entrate, Antonino Maggiore, e il presidente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, Massimo Miani.

Nel corso delal giornata saranno presentate live le risposte dell’Agenzia, del dipartimento delle Finanze e della Guardia di Finanza alle domande degli esperti e del pubblico.

 

Exemple

Tutto è pronto alla Fortezza da Basso per FIRENZE HOME TEXSTYLE, la nuova fiera delle collezioni di biancheria per la casa e la nautica, in mostra a Firenze da sabato 2 a lunedì 4 febbraio 2019 in contemporanea con la 12° edizione di Immagine Italia & Co., anteprima collezioni intimo – lingerie, promossa e organizzata dalla Camera di Commercio di Pistoia.

La Fiera accoglie nei 3.300 mq del padiglione Cavaniglia cinquanta aziende leader su scala nazionale ed è rivolta a un ampio pubblico di buyer di department store, concept store, uffici stile, negozi, influencer e giornalisti che operano nell’articolato pianeta del tessile. Presenti tutti i settori merceologici del comparto: dalla biancheria per la casa a quella per la nautica, fino all’editoria tessile.    

Un evento realizzato a tempo di record da Firenze Fiera in collaborazione con Acropoli Srl di Bologna, con al suo attivo l’energia positiva, la passione e lungimiranza di tante grandi aziende che hanno creduto nel progetto di riportare a Firenze la più importante fiera dei prodotti del tessile per la casa e per  la nautica.

Un salone che – come dichiarano gli organizzatori – è il terzo nato fra le fiere dirette in casa Firenze Fiera, a fianco di MIDA 2019, la nuova Mostra Internazionale dell’Artigianato (in programma dal 24 aprile al 1 maggio 2019) e Didacta Italia (dal 9 all’11 ottobre 2019), in linea con gli obiettivi prefissati dal piano strategico della società, che punta a diventare la piattaforma più attrattiva, in Italia, per il lancio e lo sviluppo delle eccellenze del made in Italy, declinato nei vari settori produttivi e culturali del nostro paese.

Creazioni uniche ed emozionanti, materie prime di altissima qualità unite ad abilità tecniche artigianali della migliore tradizione italiana, attenzione e cura nei dettagli, costante ricerca per una più moderna interpretazione del vivere l’intimità della propria casa saranno i cardini delle proposte degli espositori che porteranno in fiera l’eccellenza del made in Italy, per una clientela qualificata e protagonista di un mercato sempre più globale.

La mostra – con al suo attivo alcuni dei migliori marchi presenti sul mercato – da Angelo Carillo a Busatti, Cinelli Piume e Piumini, Claudia Barbari, Giorgio Carillo, Dea, Eria/Liu Jo, Mastro Raphael e Villa Florence, per citare solo alcuni nomi punta a diventare un appuntamento irrinunciabile per gli operatori del comparto. Un punto di partenza, anno dopo anno, delle nuove tendenze e degli stili emergenti del tessile in Italia.

Exemple

Dal 23 al 25 gennaio va in scena alla  Fortezza da Basso Pitti Filati n.84, la manifestazione internazionale di riferimento del mondo dei filati per maglieria. Protagonista di questa edizione l’anteprima mondiale primavera-estate 2020 delle collezioni di filati per maglieria.

Con un layout fresco e dinamico il salone, all’insegna della ricerca e sperimentazione continua, presenta l’eccellenza della filatura su scala internazionale ad un pubblico di top buyer provenienti da tutto il mondo e designer delle maison più prestigiose della moda. Tante le sezioni ed iniziative in programma: dal tema dello Spazio Ricerca in omaggio allo sport, al Far East e alle subculture all’Area dedicata ai talenti del knitwear con il Fashion Show del master in CKD a cura dell’Accademia Costume & Moda e Modateca Deanna all’area Knitclub che al piano inferiore del padiglione centrale rende protagonisti i maglifici di qualità.

In contemporanea al padiglione Cavaniglia va in scena la mostra VINTAGE SELECTION n.33, il salone di riferimento per l’abbigliamento, gli accessori e gli oggetti di design vintage che conferma ancora una volta la stretta sinergia con Pitti Filati ed il suo pubblico iper specializzato.

Exemple

Edizione carica di suggestione e contenuti quella di Pitti Bimbo che apre giovedì 17 gennaio alla Fortezza da Basso con 553 collezioni childrenswaer (62% provenienti dall’estero) e 152 nuovi marchi partecipanti e, per la prima volta, un programma di laboratori e workshop gratuiti ‘a misura di famiglia’. Un nuovo e stimolante progetto di edutainment in partnership con le più importanti istituzioni museali di Firenze, per sprigionare la creatività ed il talento dei più piccoli.

In collaborazione con Bologna Licensing Trade Fair e Bologna Children’s Book Fair, ci sarà anche lo spazio dedicato alle licenze legate al mondo dei cartoons e dell’entertainment per ragazzi.

Ma tutti gli occhi saranno puntati su di lei, la mitica Barbie, un’icona, una maestra di eleganza e di stile, la fashion doll più desiderata dalle bambine, che quest’anno festeggia il suo 60° compleanno. Era il 9 marzo 1959 quando la Mattel la lanciò alla Fiera del giocattolo di New York. E proprio lei, che ha fatto sognare intere generazioni con mise adatte ad ogni occasione, sarà tra le protagoniste di questa edizione n.88 con una mostra che ripercorre le evoluzioni dei suoi outfit e una partnership d’eccezione con un importante brand italiano.

Sarà l’occasione per festeggiare anche Hello Kitty, la piccola grande star di Sanrio capace di toccare il cuore di donne  e bambini e di ispirare designer ed artisti famosi , protagonista della nuova edizione di Fashion Comics, il progetto ideato da Alessandro Enriquez per Pitti Bimbo.

 

Exemple

Tutto è pronto per la 95° edizione di PITTI UOMO, il salone di riferimento a livello globale per il menswear e il lifestyle contemporaneo, che da martedì 8 a venerdì 11 gennaio su 60.000 metriquadri alla Fortezza da Basso sfodera 1.230 marchi dei quali 542 esteri. Attesi 36mila visitatori, fra i quali 9.200 buyer esteri. Un evento in continua evoluzione, una geografia degli spazi sempre più precisa che riflette, da una parte, il lavoro accurato di definizione delle sue sezioni, dall’altra lo studio di nuove modalità di presentazione. Con display e progetti di allestimento concepiti per raccontare  al meglio brand mix inediti, ma  anche nuove identità della moda uomo.

A questa edizione ci sarà spazio per un approfondito focus sulle sezioni che declinano la ricerca nel menswear oggi e sulle aree più  forward-thinking: progetti che coniugano passione outdoor e attitudine fashion, raccontano le nuove anime del guardaroba athletic-minded e svelano la creatività di giovani artigiani globali. A fianco della nuova generazione di talenti dal Nord Europa e dal Far East, lo streetstyle di alta gamma e le punte del design più cutting-edge. Tutto questo  senza dimenticare il cuore della tradizione del salone presente al padiglione centrale nella sezione The Contemporary Classic, l’eccellenza delle aziende del nuovo classico che affiancheranno, come sempre, i brand contemporanei dello sportswear.

 

 

 

Exemple

Torna in grande stile a Firenze la fiera sulle collezioni di biancheria per la casa, tessile per l’arredamento e nautica. Firenze Home TexStyle, organizzata da Firenze Fiera in collaborazione con Acropoli Srl di Bologna, si svolgerà dal 2 al 4 febbraio 2019 alla Fortezza da Basso in contemporanea con la 12° edizione di Immagine Italia & Co., anteprima collezioni intimo – lingerie, promossa e organizzata dalla Camera di Commercio di Pistoia.
La manifestazione va a colmare un tassello rimasto vuoto in questi ultimi anni (dal 2014) nel panorama fieristico italiano, cioè un evento interamente dedicato all’eccellenza del ‘pianeta’ tessile. Coinvolti tutti i settori del comparto: dalla biancheria alle tovaglie, tende, tappeti, editoria tessile, tessile per la nautica.
Una mostra che vuole ripartire alla grande per rispondere alle esigenze sia del mercato italiano che internazionale, ma a misura d’uomo, alla quale sarà infatti riservato il padiglione Cavaniglia. 3.300 metriquadri di forte allure e suggestione con le mura perimetrali del monumento ‘mediceo’ cinquecentesco a vista su un lato dell’edificio.
Uno spazio di grande fascino e supertecnologico, a disposizione delle aziende espositrici che da sabato 2 a lunedì 4 febbraio prossimo presenteranno i mood del momento, i nuovi stili e le ultime tendenze associate ad accostamenti inediti ed originali per un pubblico di buyer, professionisti e operatori di settore sempre più esigenti e a caccia di nuove proposte e suggestioni creative.

L’intento è quello di mostrare in tutta la sua vitalità ed ampiezza di espressioni il talento italiano e l’artigianalità delle aziende italiane di settore, della quale oggi più che mai abbiamo bisogno per rilanciare l’economia italiana. Con il made in Italy il prodotto italiano viene infatti percepito non solo come prodotto d’eccellenza e di qualità ma anche come simbolo di un insieme di valori tradizionali senza uguali nel resto del mondo.  Il confronto con l’estero è aperto attraverso l’invito rivolto ad aziende internazionali.

L’ambizione è quella di riportare a Firenze la fiera di riferimento su scala nazionale per il tessile declinato su tutti i settori. Ne è convinto Carlo Amadori amministratore unico di Acropoli, partner di Firenze Fiera nella progettazione e commercializzazione dell’evento, che afferma: “Dopo aver progettato ben 78 manifestazioni in Italia, da Abitare il Tempo e Tesori dal Tempo di Verona al Salone dell’arte del Restauro a Ferrara, fino ad AbitaMi, nel settembre 2011 in concomitanza con il Macef e sempre per Fiera Milano, aver collaborato ad HOMI –  ho compreso quanto mancasse una manifestazione di settore: l’importanza del tessuto in Italia ha fatto sì che mi rendessi conto che bisognava tornare a pensare ad un’unica manifestazione.  La presenza di Immagine Italia in questo panorama, da ormai 13 anni, ha fatto sì che, insieme a Firenze Fiera si tornasse a puntare su un’unica fiera del tessile, ampliando il tema intimo / underwear fino a ricomprendere i settori: Biancheria, Tovaglie, Tende, Reggitende, Tappeti, Editoria Tessile e Nautica”.
“Nasce così Firenze Home TexStyle – conclude Amadori – il nuovo grande evento sul tessile per la casa che mi auguro possa diventare il punto di riferimento per aziende, espositori e buyer per il mondo tessile.”

Exemple

Si chiude oggi (mercoledì 19 dicembre) al Palazzo degli Affari la tre giorni dell’International Conference on bio-sensing and imaging (Icobsi), organizzata in occasione della conclusione del progetto Bandiera Nanomax, finanziato dal MIUR  al quale hanno partecipato  7 istituti del CNR a fianco dell’Istituto Italiano di Tecnologia, l’Istituto Nazionale Tumori, il Politecnico di Torino, l’Università di Genova, l’Ospedale Sacco dell’Università degli Studi di Milano e il Lens (European Laboratory for Non-Linear Spectroscopy).

130 studiosi italiani e stranieri dell’ambito del bio-sensing, delle tecniche di imaging e delle nanotecnologie (fisici, biofisici, chimici, medici e bioingegneri) provenienti da tutta Italia e da Canada, Singapore, Russia, Gran Bretagna. Olanda, Stati Uniti, hanno  presentato i risultati ottenuti negli oltre sette anni di attività del progetto.

Una sessione a parte è stata dedicata al rapporto tra ricerca e sviluppo industriale, con talk rappresentanti del mondo industriale sulle nuove tecnologie del settore. Presenti anche aziende di strumenti ottici e di sviluppi di ricerca.