Exemple

Oltre 2.000 specialisti a confronto per il XX^ Congresso Nazionale della Pneumologia Italiana dal 13 al 16 novembre alla Fortezza da Basso

Tags:

Al via dal 13 al 16 novembre alla Fortezza da Basso il XX^ Congresso dell’Associazione Italiana Pneumolgi Ospedalieri (Aipo). Quattro giorni no stop per un aggiornamento a 360° sulle nuove terapie e trattamenti in arrivo per affrontare le malattie dell’apparato respiratorio, che rappresentano la terza causa di morte, dopo malattie cardiovascolari e tumori. La loro incidenza è infatti in continuo aumento anche a causa di fattori quali fumo, inquinamento atmosferico e progressivo invecchiamento della popolazione.

“La pneumologia italiana è forte e si confronta con il resto del mondo. Dobbiamo guardare ai progressi e alle nuove frontiere introdotte dalla globalizzazione”, ha affermato Venerino Poletti, presidente Aipo e del congresso. “Questo si traduce in sede congressuale nella presenza di relatori internazionali che porteranno il punto di vista delle realtà con le quali siamo chiamati a confrontarci”.

“Le malattie respiratorie hanno un impatto sostanziale sulla qualità di vita delle persone, per questo i pazienti dovrebbero poter accedere a tutte le cure in grado di tenerle sotto controllo”, il commento di Albino Sini, membro dell’Associazione Italiana Pazienti Bpco Onlus, che prosegue: ” Il nostro obiettivo è quello di promuovere l’informazione presso cittadini, pazienti e familiari e di stimolare tutte le misure socio sanitarie atte a migliorare l’assistenza dei malati e l’adozione di tutte le misure volte a un’efficace azione di prevenzione, ma il percorso è ancora lungo e tortuoso”.