Exemple

Storie di pagine dipinte. Miniature recuperate dai Carabinieri a Palazzo Pitti fino al 4 ottobre 2020

Firenze 8 luglio 2020 –  Quaranta capolavori recuperati dall’Arma dei Carabinieri, manoscritti e singole pagine miniate in mostra nella sala delle Nicchie di Palazzo Pitti fino al 4 ottobre prossimo per illustrare la grande stagione di produzione libraria dell’Italia centrale dal XIII al XVI secolo.

Una mostra raffinata ed esclusiva che premia l’egregio lavoro di équipe di appassionati giovani storici dell’arte, specializzandi e dottorandi di Storia della Miniatura dell’Università degli Studi di Firenze sotto la guida della Prof.ssa Sonia Chiodo, uno dei massimi esperti in materia e che  getta luce sulla singolarità del tempo-vita di queste opere, rubate e recuperate.Come la storia rocambolesca dei corali provenienti dal convento dei Minori Osservanti di San Lucchese a Poggibonsi, rubati negli anni Trenta, poi recuperati e di nuovo trafugati nel 1982 o il furto dei venti volumi dell’abbazia benedettina di Montemorcino in  Umbria che, trasferiti nell’abbazia di Monte Oliveto Maggiore ad Asciano, vennero rubati nel 1975. Si potrà ammirare anche il prezioso volume dell’Ufficio dei Morti di papa Leone X de’Medici .

“L’avvio di questa mostra -dichiara il generale di Brigata Roberto Riccardi, Comandante del Nucleo Carabinieri per la Tutela Patrimonio Culturale – è carico di significati importanti. E’ una luce che si accende alla fine del tunnel, la bellezza che sopravvive all’orrore e torna a rincuorarci”.

(Fiamma Domestici)